BMW M4 GTS: debutto a Pebble Beach

La BMW M4 GTS ha debuttato a sorpresa a Pebble Beach nell’ambito della Monterey Auto Week che tiene banco in questi giorni in California. Linea cattivissima e prestazioni al top.

Colpo di teatro della Casa di Monaco che a sorpresa sceglie il celebre Concorso d’Eleganza di Pebble Beach per presentare la BMW M4 GTS, una concept che preannuncia il futuro modello faro della gamma M4, strettamente imparentato con la Safety Car della MotoGP.

Nessuna dichiarazione ufficiale sulle prestazioni del nuovo mostro che rilancia la BMW Motorsport GmbH, divisione speciale della Casa, nata nel 1972 con lo scopo di realizzare le vetture più sportive e performanti di BMW, identificate dalle ormai celebre lettera M, ovvero Motorsport. L’azienda, perché di una ver e propria azienda si tratta, ha ottenuto uno straordinario successo d’immagine con vetture diventate mitiche, come la M1, ma si è anche occupata dello sviluppo del primo motore turbo che conquistò il titolo mondiale di F1 ed ha realizzato la BMW M3 Gruppo A fino ad oggi la vettura più ricca di allori e di maggior successo della categoria Turismo.

La BMW M4 GTS Concept è nel solco e riprende la tradizione di altre speciali: BMW M3, M3 Evolution (1988), M3 Sport Evolution (1990), M3 GT (1995), M3 CSL (2003), M3 GTS (2010) e BMW M3 CRT (2011). Come loro sfrutta la tecnologia nata nel Motorsport e l’esperienza maturata in pista per offrire elevatissime prestazioni da assaporare soprattutto in circuito, senza trascurare la guida stradale, offrendo in ogni condizione una condotta esclusiva ed altamente emozionante.

«Mentre la BMW M4 Coupé rappresenta la fusione perfetta di dna del motorsport e di guida giornaliera senza limitazioni – sottolinea Frank van Meel, presidente della BMW M GmbH – la BMW Concept M4 GTS offre un’anteprima di un’esclusiva edizione speciale, a forte carica emotiva, con tecnologie innovative, sviluppata con coerenza per l’utilizzo in circuito. Nonostante le eccellenti caratteristiche di guida in pista, è stata assicurata l’omologazione stradale senza alcuna limitazione. Tecnologia delle corse per la strada nel vero senso della parola».

La BMW M4 GTS, che sarà presentata ufficialmente allo IAA di Francoforte in programma dal 17 al 27 settembre, adotta sofisticatissime tecnologie come, sul fronte propulsore, l’innovativa iniezione d’acqua che consente un netto aumento della coppia e della potenza massima. Il sistema si basa sulle proprietà fisiche dell’acqua di sottrarre l’energia necessaria per l’evaporazione al mezzo che la circonda. Viene quindi spruzzata una finissima nebbia d’acqua nel collettore di aspirazione. Nella fase di evaporazione essa provvede a un sensibile raffreddamento dell’aria aspirata. Di conseguenza, cala anche la temperatura finale di compressione nella camera di combustione e così anche la tendenza a detonazioni, permettendo al motore turbo di funzionare a una pressione di sovralimentazione superiore, anticipando l’accensione.

La Casa non ha diffuso alcun dato sulle altre caratteristiche del motore. Essendo lo stesso che equipaggia la BMW M4 MotoGP Safety Car la potenza dovrebbe essere nell’ordine dei 600 CV.

La linea riprende quella della M4 Coupé ma è stata resa più cattiva e aggressiva dagli elementi ideati per il miglior utilizzo in pista. Spiccano gli splitter anteriori e lo spoiler posteriore a regolazione manuale, in carbonio a vista; il cofano motore in CFRP che abbassa ulteriormente sia il peso che il baricentro; la grossa presa d’aria che ottimizza il convogliamento dell’aria e i valori di portanza dell’asse anteriore.

La vettura è stata presentata in una esclusiva livrea frozen dark grey metallizzato, completata da un tocco di colore in acid orange e ripresa dai cerchi in lega fucinati e lucidati, a peso ottimizzato, in ferricgrey, dallo styling 666 M. Le ruote dalle misure anteriori 9,5 J ¡Ñ 19 e posteriori 10,5 J ¡Ñ 20 sono dotate di pneumatici “Michelin Sport Cup 2” dalla misura anteriore 265/35 R19 e posteriore 285/30 R20. Come optional sono disponibili delle ruote ibride in CFRP, che saranno offerte per la prima volta in un modello di serie della BMW M GmbH e determineranno una netta riduzione delle masse non sospese e in rotazione.

Ultima chicca, la BMW M4 GTS è equipaggiata con luci posteriori in tecnologia OLED (diodi organici a emissione di luce). Innovative fonti luminose che emettono una luce omogenea e dall’ampia diffusione. L’altezza ridotta di solo 1,4 millimetri e la possibilità di controllare separatamente i singoli moduli permette di creare spettacolari scenografie notturne delle luci.

ultimo aggiornamento: 14-08-2015

X