Bocciate le gomme 2020 dai team di Formula 1: le ultime

Formula 1, i team bocciano le gomme del 2020

Bocciate le gomme del 2020 dai team di Formula 1. Le scuderie utilizzeranno i pneumatici della stagione appena conclusa.

ROMA – Bocciate le gomme del 2020 dai team di Formula 1. I test non hanno dato i segnali sperati e così le scuderie hanno deciso di non cambiare e affidarsi ai pneumatici della stagione appena trascorsa. Una decisione presa all’unanimità e quindi con l’assenso anche della Ferrari.

I dubbi da parte di Maranello erano diversi visto che le gomme sono state il vero punto interrogativo del 2019. Ma alla fine la Rossa ha deciso di adeguarsi alla scelta delle altre squadre e chiedere la conferma dei set protagonisti del campionato appena concluso. Si tratta di un primo passaggio fondamentale in vista del 2020 con le scuderie che si sono già messe al lavoro per rendere la vettura più competitiva.

Il comunicato della FIA

La decisione è stata presa dai team al termine dei test a Yas Marina. Risultati che non hanno convinto le scuderie che hanno deciso di confermare i pneumatici della stagione appena conclusa. “Dopo aver testato ed analizzato le nuove specifiche a livello di gomme per il 2020 – si legge nel comunicato pubblicato dalla Fia – la decisione unanime da parte dei team è stata quella di mantenere gli pneumatici 2019. La Federazione ringrazia i team e la Pirelli per il lavoro e la collaborazione, la lezione appresa avrà un valore decisamente importante per il miglioramento delle gomme in futuro“.

Gomme Formula 1 2019
fonte foto https://twitter.com/pirellisport

Dal 2021 si cambia

Si tratta dell’ultimo anno per le gomme 2019 visto che dal 2021 si cambia. I pneumatici da 18 pollici sono pronti a diventare protagonisti sulle auto da quattro ruote. I primi esperimenti saranno effettuati sulla Formula 2 ma c’è grande attesa per conoscere i risultati nel campionato più importante.

I team sono al lavoro per testarli anche se i passaggi fondamentali avverranno al termine della prossima stagione.

fonte foto copertina https://twitter.com/pirellisport

ultimo aggiornamento: 10-12-2019

X