Bocciato in Commissione l’emendamento sulla legalizzazione della cannabis light. Saltate anche la proposte sul Coni e Sport e Salute.

ROMA – E’ stato bocciato in Commissione l’emendamento sulla legalizzazione della cannabis light. Il provvedimento fa parte di quegli 800 (su 2004 presentati) che la Camera ha giudicato inammissibili. Tra questi anche la proposta di modifica della governance e finanziamento a Coni e Sport e Salute, firmato dai parlamentari del Pd.

L’emendamento sulla sostanza stupefacente, invece, portava la firma di una trentina di parlamentari del Pd, M5s e LeU ma è stato considerato inammissibile. La discussione continua e nelle prossime ore ci potrebbero essere novità.

La Camera precisa: “Non ammessi gli emendamenti non strettamente attinenti alle materie”

La decisione di giudicare inammissibile questi emendamenti è stata motivata dalla Camera con una nota, citata da Repubblica: “Non possono ritenersi ammissibili le proposte emendative – si legge nel comunicato – che non siano attinenti alle materie oggetto dei decreti leggi. Ma solo gli emendamenti recanti proroghe di termini previsti da disposizioni di rango legislativo, anche laddove tali proposte emendative rechino norme volte a introdurre ulteriori disposizioni a quelle di proroga […]“.

Per questo motivo sono stati rigettati alcuni emendamenti del Milleproroghe, con il provvedimento atteso nelle prossime settimane in parlamento.

Camera dei Deputati
Fonte foto: https://twitter.com/Montecitorio

La discussione in Commissione continuerà

La discussione non si fermerà in Commissione. Nei prossimi giorni, infatti, maggioranza e opposizione continueranno a parlare dei provvedimenti del Milleproroghe, in attesa di arrivare in Parlamento.

A breve, infatti, il provvedimento dovrebbe essere discusso a Montecitorio per il via libera dei deputati. Non ci dovrebbero essere particolari problemi per la maggioranza anche se non possiamo escludere nulla in questo momento. E la bocciatura della legalizzazione della cannabis light potrebbe aprire ad una nuova discussione all’interno del Governo visto che Italia Viva non ha firmato il provvedimento della maggioranza.

fonte foto copertina https://twitter.com/Montecitorio


Elezioni regionali, tre candidati impresentabili nelle liste del Centrodestra

“Uno le disgrazie se le merita”, odio social su Sinisa Mihajlovic dopo l’intervista su Salvini