Film pornografico sul maxi-schermo in Piazza Maggiore a Bologna, denunciato un ragazzo di ventiquattro anni.

Una bravata a luci rosse di pessimo gusto a Bologna, dove sullo schermo di Piazza Maggiore è stato proiettato un film pornografico. La pellicola a luci rosse è stata proiettata sul suggestivo schermo diventato uno dei simboli dell’estate a Bologna.

Il maxischermo in questione è quello installato nei pressi della basilica di San Petronio, quello di”Sotto le stelle del cinema”, un punto di ritrovo nelle serate estive di Bologna.

Film pornografico sullo schermo in Piazza Maggiore, Bologna

L’allarme è scattato intorno alle due di notte, quando una donna ha allertato i carabinieri che in pochi minuti hanno raggiunto Piazza Maggiore. E in effetti sul grande schermo hanno visto proiettato un film a luci rosse, come segnalato dall’anziana signora, visibilmente agitata dopo aver visto casualmente alcune immagini proiettate sul grande schermo in Piazza Maggiore.

Sulla rete è circolato un filmato che mostra alcune immagini della bravata dei ragazzi che si sono impossessati dello schermo in Piazza Maggiore. Una bravata di pessimo gusto che ha provocato l’indignazione di buona parte dell’opinione pubblica.

Di seguito il video censurato – pubblicato da il Corriere della Sera.

Denunciato ragazzo di ventiquattro anni

Per la bravata di cui sopra è stato denunciato un ragazzo di ventiquattro anni, che con il computer portatile e un video-proiettore ha trasmesso un film pornografico sul grande schermo di Piazza Maggiore.

Il ventiquattrenne, che secondo quanto riferito da la Repubblica avrebbe ammesso le proprie responsabilità, era in compagnia di una decina di amici. I carabinieri hanno immediatamente interrotto la proiezione del film hard.

Come riferito da la Repubblica, il 24enne dovrà rispondere ai sensi dell’Art. 68 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (TULPS) e dell’Art. 726 del Codice penale: Atti contrari alla pubblica decenza.

Colletta sui social per pagare la multa

Il 24enne autore della bravata ha lanciato una raccolta fondi sul web per pagare multa –5.000 euro – comminatagli per aver proiettato un video porno sullo schermo in Piazza Maggiore. La notizia è che la raccolta fondi ha avuto più successo del previsto e che sui social molti hanno manifestato apprezzamento e stima per il ventiquattrenne.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
bologna cronaca evidenza Ultima Ora

ultimo aggiornamento: 25-07-2020


La Spezia, incendio in Rsa. Morto un anziano

Tragedia a Gorizia, bambino muore dopo essere caduto in un pozzo. Si indaga per omicidio colposo, 14 avvisi di garanzia