Bologna, il giudice della sezione civile contro il Decreto sicurezza di Salvini: il municipio deve concedere la residenza a due richiedenti asilo. Esulta il sindaco (del Pd): la destra si batte con la legalità.

Nuovo scontro tra le città, la magistratura e il ministro dell’Interno Matteo Salvini. Il nuovo episodio di cronaca arriva da Bologna, dove il giudice della sezione civile ha deciso che il Municipio dovrà concedere la residenza a due richiedenti asilo, passando per l’iscrizione all’anagrafe.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

La magistratura contro il Decreto sicurezza di Matteo Salvini: il Municipio di Bologna dovrà concedere la residenza a due richiedenti asilo.

Fino a qui niente di strano visto che era la norma in vigore fino a pochi mesi fa. Il punto è la situazione è cambiata con il decreto Sicurezza di Matteo Salvini, in questo caso calpestato o almeno ignorato.

Tribunale di Milano
fonte foto https://www.facebook.com/francesco.nicastro

Esulta il sindaco di Bologna (Pd): Per smentire la destra facciamo ricorso alla legalità e alla giustizia

La notizia è stata accolta con soddisfazione dal sindaco di Bologna, in quota Pd, il quale ha fatto sapere che applicherà con soddisfazione la sentenza del giudice, sottolineando quindi la sua posizione contraria al provvedimento introdotto dal titolare del Viminale.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial

Bologna, due richiedenti asilo vincono il ricorso contro il decreto sicurezza di Matteo Salvini. saranno iscritti all’anagrafe

Nello specifico il caso in questione riguarda due richiedenti asilo che avevano presentato ricorso proprio contro il decreto Salvini. Il ricorso è stato accolto e quindi il municipio di Bologna dovrà procedere con l’iscrizione all’anagrafe delle due persone in questione.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 04-05-2019


Educazione civica, Laura Boldrini in Aula contro Salvini: “Avrebbe bisogno di qualche lezione…”

Luigi Di Maio: Caso Siri? Conte ha scelto per i cittadini. E sui migranti: Il muro di Orban è un muro contro l’Italia