Bologna, scontri tra polizia e collettivi antifascisti: cinque feriti

Scontri a Bologna tra polizia e collettivi. Ad alzare la tensione il comizio di Forza Nuova in programma nel capoluogo emiliano.

Come temuto da più parti, il comizio di Forza Nuova a Bologna ha causato un innalzamento della tensione in città. Non sono mancati nel pomeriggio scontri tra polizia e collettivi antifascisti, come riportato da Repubblica. Le forze dell’ordine hanno caricato gli attivisti dei centri sociali: cinque le persone rimaste coinvolte nell’ingaggio, tra cui un agente. Il tutto è accaduto a piazza Galvani, la stessa piazza in cui è in programma il comizio di Roberto Fiore questa sera alle 19.30.

Bologna, scontri fra polizia e comizi

La tensione aveva iniziato ad alzarsi già nel corso della mattinata nel capoluogo emiliano, quando il collettivo Hobo aveva fatto irruzione a Palazzo d’Accursio srotolando uno  striscione contro il comune, reo di aver permesso il comizio di Forza Nuova. Pochi minuti dopo, a piazza Galvani una settantina di membri dei collettivi occupano lo spiazzo, al grido di “oggi è la nostra Resistenza”. Tra le voci raccolte dalla stampa, vi è quella di alcuni manifestanti, secondo cui non tutti devono parlare, al contrario di quanto detto dal prefetto. Per i collettivi Forza Nuova è ormai il partito schieratosi dalla parte di Traini, il folle di Macerata. La situazione al momento sembra essersi calmata. Ma al comizio mancano due ore e la polizia continua a mantenere lo stato d’allerta in tutto il centro bolognese.

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 16-02-2018

Mauro Abbate

X