Brasile, Bolsonaro ricoverato in ospedale per una occlusione intestinale. Le sue condizioni sono buone e non necessiterebbe di un nuovo intervento chirurgico.

Jair Bolsonaro è stato ricoverato in ospedale per una occlusione intestinale. Nel primo bollettino diramato dalla struttura sanitaria si legge che il Presidente del Brasile è in buone condizioni e che il suo quadro clinico è stabile.

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

Bolsonaro ricoverato in ospedale per una occlusione intestinale

Bolsonaro ha accusato un malore mentre si trovava in vacanza. Immediato il trasferimento in ospedale a San Paolo. Il bollettino medico sulle condizioni del Presidente del Brasile parla di condizioni stabili.

Lo stesso Bolsonaro ha voluto rassicurare i brasiliani condividendo una foto che lo ritrae disteso nel letto d’ospedale ma con il pollice alzato.

Il Presidente quindi è in buone condizioni di salute e il suo quadro clinico è costantemente monitorato dai medici e dallo staff sanitario che lo segue. Per seguire il nuovo ricovero è stato richiamato dalle vacanze anche il medico che ha seguito Bolsonaro dal 2018, ossia da quando è stato accoltellato all’addome.

Secondo quanto riferito dai media brasiliani, Bolsonaro non necessiterebbe di un nuovo intervento chirurgico per risolvere il disagio addominale che lo ha costretto al ricovero in ospedale e quindi al rientro anticipato dalle vacanze.

Jair Bolsonaro
Jair Bolsonaro

L’aggressione durante la campagna elettorale e i problemi di salute

I problemi di salute di Bolsonaro sono iniziati nel 2018, ossia da quando è stato accoltellato all’addome durante la sua campagna elettorale per le elezioni presidenziali. Dopo l’aggressione il Presidente del Brasile è stato operato per ben quattro volte.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 04-01-2022


Super Green Pass, arriva la nuova stretta. La decisione del governo

Verso il nuovo decreto, Landini: “Vaccini obbligatori per tutti”