Siria, raid USA contro le roccaforti dell’ISIS

In Siria non si fermano i bombardamenti da parte degli USA. L’ultimo attacco contro le roccaforti dell’ISIS ha causato almeno 40 morti tra i civili.

DAMASCO (SIRIA) – La situazione in Siria continua ad essere molto tesa. Negli ultimi giorni sono ricominciati i bombardamenti da parte degli Stati Uniti contro le roccaforti dell’ISIS. Ma gli attacchi americani non sono hanno distrutto alcune fortezze dei terroristi ma hanno causato anche diverse vittime tra i civili.

Il lancio delle bombe ha colpito molte case uccidendo diverse persone, tra cui donne e bambini. I militari americani comunque non si fermano e continuano a colpire i loro obiettivi senza sosta.

Siria
Fonte foto: s://www.facebook.com/pg/FronteEuropeoPerLaSiria

Siria, raid USA contro postazioni dell’ISIS: almeno 40 morti

L’ultimo bombardamento è avvenuto nella giornata di sabato 17 novembre. Secondo quanto denunciato dall’Osservatorio per i diritti umani, questa volta ad essere colpite sono stati le case lungo il confine con l’Iraq. Il bilancio dovrebbe essere di almeno 40 vittime ma al momento non si ha un numero preciso. Tra i morti ci sono anche 17 bambini e 12 donne.

Il cessate il fuoco in Siria non sembra essere vicino, nonostante nei mesi scorsi Turchia e Russia avevano provato a trovare un accordo per cercare di consentire ai civili di avere una tregua. Negli ultimi giorni gli aerei americani hanno ripreso i bombardamenti contro le roccaforti dell’Isis, colpendo anche diverse abitazioni della zona. Il bilancio complessivo supera le 100 vittime ma il numero sembra destinato ad aumentare visto che i soldati statunitensi nelle prossime ore potrebbero prendere di mira altri obiettivi ancora non distrutti.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/RavaNews-Giornale-della-Valle-del-Salso

ultimo aggiornamento: 17-11-2018

X