Bonaventura: “C’è grande entusiasmo. Scudetto? Quest’anno è difficile”

Il campione rossonero ha risposto alle domande dei tifosi su Facebook e Milan TV. Ecco le dichiarazioni di Giacomo Bonaventura.

Leader tecnico, insostituibile, pilastro… Questo, e molto di più, è Giacomo “Jack” Bonaventura, ovvero uno dei principali punti di forza della squadra di Vi”ncenzo Montella. Stamane, il campione rossonero (in diretta su Milan TV e sulla pagina Facebook ufficiale del club) ha risposto alle domande dei tifosi. Ecco le sue dichiarazioni: “C’è tantissimo entusiasmo. L’inizio è positivo, ma sappiamo che il campionato sarà lungo e difficile e dovremo continuare ad alimentare questo entusiasmo. La società ha fatto un buonissimo mercato, ma ci vorrà un po’ di tempo per abituarsi: nelle ultime partite, otto undicesimi erano diversi rispetto alla scorsa stagione. Scudetto? Sarà molto difficile, ci sono squadre come Juventus, Napoli e Roma che negli ultimi anni hanno dimostrato di essere davanti a noi. Però con il lavoro possiamo crescere e arrivare a quel livello”.

I guai fisici sono finalmente alle spalle. Bonaventura è pronto a scendere in campo all’Olimpico contro la Lazio: “Ho avuto un problemino muscolare al retto femorale. È un muscolo delicato per chi gioca a calcio. Sono praticamente a posto, in questi giorni tornerò a dare il 100% in allenamento. Per la Lazio dovrei esserci, incrociando le dita. Devo lavorare, cercare di migliorarmi. Non mi pongo obiettivi troppo in là. Fino ad adesso ho sempre fatto così”.

Serie A, trasferta all’Olimpico per il Milan di Montella

Nel corso della chiacchierata con i tifosi, Bonaventura ha speso parole d’elogio per Leonardo Bonucci: “Non mi aspettavo potesse arrivare. È un grande calciatore e può darci una mano. Penso sia stato lui il colpo più eclatante. Abbiamo un bel rapporto, Leo è uno di quei giocatori che hanno gli attributi, mi piace essere in squadra con lui”. Jack si è soffermato anche su altri compagni di squadra, a cominciare dal giovane Patrick Cutrone: “È arrivato in prima squadra con grande fame e voglia di dimostrare. Sta facendo bene, deve continuare su questa strada. Ha delle buone qualità e può fare bene. Kessié è una forza della natura, mentre Calhanoglu è un giocatore tecnico, creativo. Ha grandi qualità, è bravissimo anche nei calci piazzati. Chi può essere la sorpresa? Dico Kalinic. Se dovesse fare tanti gol può portarci tanti punti in classifica. Spero possa essere lui il top player di quest’anno”.

Una considerazione anche sul suo ruolo in campo: “Per il nostro modo di giocare e che vuole mister Montella, mi piace molto giocare a centrocampo come mezzala. Durante la mia carriera ho girato tanti ruoli e mi è servito per vedere meglio il gioco. Meglio essere duttili o avere un solo ruolo? Sono due cose diverse. Penso che specializzarti in un solo ruolo possa darti dei vantaggi, ma anche fare più ruoli possa essere utile per la crescita. Comunque, anche io ho giocato tanto in un solo ruolo, quindi un po’ di specializzazione ce l’ho anche io”.

ultimo aggiornamento: 05-09-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X