Green Pass, Bonomi contro il sindacato: “Ho tentato ogni cosa per convincerlo che dovevamo fronteggiare la nuova minaccia con lo stesso spirito del 2020”.

Il Presidente di Confindustria torna all’attacco dei sindacati sul tema del Green Pass sui luoghi di lavoro. Si tratta di uno dei grandi temi ancora irrisolti sul tavolo del governo. Bonomi ha parlato anche delle delocalizzazioni criticando il decreto Orlando-Todde, considerato come una “fotocopia della logica punitiva della legge Florange francese del 2014, legge del tutto smontata dalla Corte costituzionale francese”.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

GREEN PASS
GREEN PASS

Bonomi, “All’uso estensivo del Green Pass sui luoghi di lavoro una parte del sindacato ha detto no”

All’uso estensivo del Green pass sui luoghi di lavoro il sindacato, o almeno una parte del sindacato, ha detto no, preferisce gettare la palla nel campo del governo, e dire ‘se volete e ve la sentite imponete con una legge l’obbligo vaccinale’. È una fuga dalla responsabilità“, ha dichiarato il presidente di Confindustria Carlo Bonomi in occasione del suo intervento all’Assemblea pubblica di Federalimentare.

Come presidente di Confindustria ho tentato ogni cosa per convincere il sindacato che dovevamo fronteggiare la nuova minaccia dei contagi in ascesa con le varianti“, ha aggiunto Bonomi che evoca “lo stesso spirito che ci ha portato tutti quanti a convenire sui protocolli di sicurezza sui luoghi di lavoro nei momenti più aspri del virus, quando ancora non c’erano vaccini“. Bonomi fa riferimento alla primavera del 2020, quando imprese e sindacati hanno dato vita ad un accordo che ha portato alla creazione dei protocolli di sicurezza sul lavoro.

Carlo Bonomi
Carlo Bonomi

Il nodo delle delocalizzazioni

Bonomi ha parlato anche di un altro tema aperto, quello delle delocalizzazioni: “È per rispettare il mio mandato che ho sollevato il problema sullo stop ai licenziamenti ed è la stessa ragione per cui, dopo aver letto per due settimane sui media i dettagli della misura di cui si annunciava l’adozione di un decreto sui licenziamenti delle imprese oltre 250 dipendenti ho ritenuto necessario dire con forza che era meglio discuterne prima. Perché il decreto Orlando-Todde è la fotocopia della logica punitiva della legge Florange francese del 2014, legge del tutto smontata dalla Corte costituzionale francese come contraria a libertà di impresa garantita dal Trattato della Comunità europea


Green Pass obbligatorio, le regole dal 1 settembre: quando e dove serve

Istat, a luglio scende il tasso di disoccupazione