Bonus 200 euro dicembre 2023: requisiti e come richiederlo
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Bonus 200 euro dicembre 2023: requisiti e come richiederlo

Bonus 200 euro dicembre 2023: requisiti e come richiederlo

Tutto sul Bonus 200 euro di Dicembre 2023: criteri di eleggibilità, calendario dei pagamenti, e modalità di erogazione. Una guida essenziale.

Il Bonus 200 euro, in erogazione nel mese di dicembre 2023, rappresenta un’importante misura di sostegno economico, inserita nella legge di Bilancio 2023. Questo assegno, parte del Decreto degli aiuti, è finalizzato a offrire aiuto ai cittadini italiani, in particolare a coloro con redditi limitati, in un periodo caratterizzato da crisi economica e sociale.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Il beneficio è indirizzato a diverse categorie, includendo:

  • Lavoratori dipendenti
  • Pensionati
  • Lavoratori autonomi e professionisti
  • Disoccupati
  • Percettori di reddito di cittadinanza
soldi monete euro

Importo e criteri di assegnazione

Il valore del bonus varia in base al reddito lordo annuo del beneficiario, non dovendo superare i 35.000 euro. La distribuzione degli importi è la seguente:

  • Pensionati e dipendenti: Importo crescente da 10 a 16,4 euro, in relazione alla fascia di reddito fino a 35.000 euro
  • Autonomi, domestici, disoccupati, cassintegrati, percettori di reddito di cittadinanza: Importo fisso di 10 euro

Modalità di erogazione del bonus

Le modalità di erogazione variano a seconda della categoria di appartenenza:

  • Per lavoratori dipendenti e pensionati: Il bonus sarà incluso automaticamente nella busta paga di dicembre 2023.
  • Per lavoratori autonomi e professionisti: È necessario presentare domanda all’INPS entro il 31 dicembre 2023.
  • Per disoccupati e percettori di reddito di cittadinanza: Anche per loro è richiesta la presentazione di una domanda all’INPS entro la stessa data.

Per ottenere il bonus, è essenziale essere residenti in Italia e possedere un reddito ISEE inferiore a 35.000 euro. Nel calcolo del reddito, alcune voci sono escluse, come la rendita dalla casa di abitazione, il Trattamento di Fine Rapporto (TFR) ricevuto, e altri specifici assegni.

Con l’introduzione di questo bonus, il governo italiano si impegna a mitigare le difficoltà finanziarie di molte famiglie, contribuendo a un Natale più sereno per diverse fasce della popolazione. Questa iniziativa si inserisce in un contesto più ampio di misure volte a sostenere i cittadini durante periodi di crisi, rappresentando un esempio concreto di intervento a favore del benessere sociale.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 8 Dicembre 2023 12:51

Comunicare l’economia

nl pixel