Il nuovo bonus prevede diversi nuovi incentivi per l’acquisto di veicoli. La novità riguarda anche i veicoli ibridi ed elettrici.

I fondi messi a disposizione saranno distribuiti per essere utilizzati in più anni: 650 milioni l’anno per il 2022, il 2023 e il 2024. Si tratta in tutto di un bonus di quasi 2 miliardi di euro. Il nuovo decreto della Corte dei Conti bollato dalla magistratura è pronto ad essere ufficializzato in gazzetta. Il pacchetto automotive è stato emanato dal ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti e prevede alcuni nuovi incentivi legati all’acquisto di auto e moto ed anche veicoli ibridi a basse emissioni.

Lo scopo dell’incentivo è quello di fomentare l’acquisto dei veicoli elettrici, ibridi, plug-in ed endotermiche.

Auto ibrida

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

A chi è destinato il bonus

Il bonus auto in questione può essere fruibile soltanto dalle persone fisiche, e non da quelle giuridiche. Alle società di car sharing per comprare veicoli elettrici, ibridi, plug-in è invece destinata una piccola percentuale di fondi.

Per l’acquisto di veicoli commerciali nuovi elettrici con la contestuale rottamazione di un veicolo omologato in una classe inferiore ad Euro 4 da parte delle piccole e medie imprese, sono previsti dei modici contributi.

Contributo auto elettriche

Il bonus auto elettriche rientra nella categoria ecobonus ed è finanziata con 220 milioni nel 2022, 230 milioni nel 2023 e 245 milioni nel 2024.

Si potrà chiedere un contributo di 3 mila euro per l’acquisto di auto elettriche, con una soglia di prezzo che tocca i 35 mila euro. Potranno inoltre aggiungersi altri 2 mila euro se nel periodo d’acquisto del nuovo veicolo viene rottamata un’auto omologata in una classe inferiore a Euro 5.

Contributo veicoli ibridi

Per la categoria di ecobonus sui veicoli ibridi sono previsti 225 milioni nel 2022, 235 milioni nel 2023 e 245 milioni nel 2024.

Si potrà chiedere un contributo di 2 mila euro per l’acquisto di veicoli ibridi plug-in, con prezzo compreso entro 45 mila euro escluso Iva. Si potrà aggiungere un ulteriore supplemento di 2 mila euro in caso di rottamazione di un’auto inferiore a Euro 5.

Veicoli endotermici a basse emissioni

La categoria ecobonus per i veicoli endotermici a basse emissioni è finanziata con 170 milioni nel 2022, 150 milioni nel 2023 e 120 milioni nel 2024.

Il bonus riguarda tutte le auto a motorizzazione benzina, diesel e Gpl a basse emissioni. Il tetto massimo del prezzo d’acquisto è di 35 mila esclusa l’Iva. Il contributo potrà essere di un massimo di 2 mila euro ma solo con rottamazione di un’auto omologata in una classe inferiore ad Euro 5.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 06-05-2022


Bonus Draghi 200 euro, chi sono i beneficiari

Bonus 200 euro e bonus per le bollette e trasporti