Il governo ha indetto una manovra per aiutare le famiglie in difficoltà: si chiama bonus bollette. Ecco tutto ciò che c’è da sapere.

Continua la guerra tra Russia e Ucraina e con essa i prezzi di luce e gas restano alti. Nel tentativo di arginare – per quanto possibile – il problema del caro bollette, il nuovo governo Meloni ha indetto una manovra per aiutare le famiglie in difficoltà in questa situazione di crisi. Si chiama bonus bollette: ecco cosa devi sapere. 

Secondo quanto stabilito dal governo Meloni ci sarà una proroga per gli sconti di luce e gas, per le famiglie che ne hanno più bisogno. Per poter usufruire del bonus bollette il tetto Isee passa da 12mila a 15mila euro. 

È arrivata la conferma da parte della Legge di Bilancio per quanto riguarda il bonus bollette. Ma ci sarà una modifica: il tetto della soglia Isee passerà da 12mila a 15mila euro. Il sussidio in questione si rivolge quindi a tutte quelle famiglie che hanno un indicatore patrimoniale uguale o inferiore alla somma sopra citata. 

Bollette

Lo scopo del bonus è quello di sostenere le famiglie più bisognose durante il pagamento delle spese relative a luce e gas. Il componente del nucleo familiare su cui viene misurato l’Isee deve essere la persona a cui sono intestati uno o più contratti di fornitura energetica. 

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

I requisiti 

Fondamentale che il contratto energetico sia per uso domestico residente. In alternativa può anche trattarsi di un contratto di fornitura condominiale centralizzata. Il contratto deve essere attivo. Al limite può essere sospeso temporaneamente per morosità. 

Sarà l’Arera a stabilire l’esatto importo del bonus, che può variare a seconda di differenti fattori. Per i mesi che vanno da ottobre a dicembre 2022, il bonus bollette stabilisce uno sconto mensile che va dagli 86 euro per le famiglie di 1-2 componenti, ai 123 euro per le famiglie con oltre 4 persone. 

Per ottenere il bonus bollette bisogna compilare la Dichiarazione unica sostitutiva (Dsu) per conoscere il proprio Isee, che andrà poi presentato all’Inps. La Dsu può essere compilata al Caf o anche dal portale online MyInps. 

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 24-11-2022


Mondiali, la Danimarca minaccia di lasciare la Fifa

Serbia-Kosovo: accordo sulle targhe evita escalation