Arriva lo sconto fiscale per i cuochi professionisti di alberghi e ristoranti.

Per l’acquisto di pentole, robot da cucina e altre attrezzature necessarie per mantenere l’attività ora i cuochi professionisti di alberghi e ristoranti potranno avere uno sconto fiscale. Sono arrivate dal Mise le regole per accedere a questo bonus e i limiti del credito d’imposta per le spese sostenute dai cuochi tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022.

Questo sconto fiscale viene riconosciuto dallo stato solo a cuochi che esercitano la loro attività in alberghi e ristoranti sia come dipendenti che come lavoratori autonomi. Il requisito per accedere al bonus è aver sostenuto spese per beni e attrezzature professionali per la propria attività. Rientrano nel bonus anche i corsi di formazioni sostenuti tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022. Un altro requisito è essere residente in Italia ed essere alle dipendenze di un albergo o un ristorante.

Ristorante
Ristorante

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Come richiedere il bonus

ll bonus cuochi consiste nel credito di imposta pari al 40% delle spese sostenute per acquistare strumenti utili alla conservazione o cottura dei prodotti o per aver sostenuto un corso di formazione o di aggiornamento professionale. Il bonus però non può essere superiore ai 6mila euro. Nel calcolo del credito d’imposta rientra anche l’Iva se questa rappresenta per il cuoco un costo effettivo non recuperabile.

I cuochi che vogliono ottenere il bonus nei limiti del periodo previsto, dovranno presentare la domanda apposita esclusivamente in via telematica seguendo la procedura definita dal Mise. La domanda conterrà tutti i requisiti che consentono l’accesso al bonus e dove dovranno essere indicate le spese sostenute con la relativa documentazione con i pagamenti tracciati. La procedura di verifica ed erogazione dei bonus sarà gestita dal mise con il supporto di Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa Spa.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 09-07-2022


Giovani poveri e precari: il triste rapporto Istat 2022

Nuovo decreto stipendi: cosa succede ad agosto?