Il voto di fiducia al premier inglese ha avuto esito positivo ma dopo il partygate non è più lo stesso.

Boris Johnson si salva con il voto di fiducia 211 contro 148 voti. Con il 58% dei voti a favore il premier sopravvive al partygate. Ma il suoi risultato non è così positivo perché per il premier in carica, la fiducia con soli 211 voti è troppo bassa. Johnson ha avuto un risultato peggiore della sua nemica Theresa May che l’ha preceduto a Westmister e addirittura dell’allora odiata Margaret Thacher nel 1990.

Il voto di fiducia era stato richiesto dal suo stesso partito, i tory conservatori che cercano di farlo fuori in tutti i modi. Johnson insiste sulle sue vittorie che ha portato la disoccupazione al 3,5%, più bassa da mezzo secolo e promette di tagliare le tasse e godere dei vantaggi della Brexit. Ma Boris Johnson non convince né i suoi né gli altri membri del governo in carica.

Boris Johnson
Boris Johnson

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il futuro del premier Johnson è in bilico

L’unica cosa che salva al momento il premier britannico è che i conservatori non hanno ancora trovato un suo degno sostituto per sferrargli il gran colpo, ma è probabile che avverrà non troppo tardi. L’insofferenza contro Boris Johnson è molto alta. Questa vittoria, anche se misera, lo protegge da ulteriori voti di fiducia per un anno. Almeno per un anno il premier può conservare tranquillo il suo posto, ma poi cosa succederà?

Anche questa volta Johnson è sopravvissuto, dopo i numerosi scandali e le bugie, dal Covid al partygate, dagli scandali con donne e relazioni extraconiugali alle bugie sulla Brexit. Ma il numero di nemici è sempre più alto e la sua abilità nel sopravvivere non lo proteggerà per sempre. Il futuro della sua leadership è un campo minato ed è sempre più debole. Molto probabilmente Johnson non sarà in grado di guidare il suo partito per le elezioni del 2024. Il partito dei conservatori è in svantaggio e i tories danno la colpa a lui.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 07-06-2022


Lavrov: “Nuove armi all’Ucraina? Avanzeremo più lontano”

Russia e Turchia si incontrano per sbloccare il grano