Borse 11 marzo, Piazza Affari in rialzo. Spread sotto i 100 punti dopo la riunione monetaria della Bce.

MILANO – Borse 11 marzo. Mercati europei in rialzo dopo la decisione di mantenere i tassi invariati da parte della riunione monetaria della Bce. “La decisione di incrementare gli acquisti – il commento di Antonio Cesarano di Intermonte, riportato da La Repubblicasi inquadra in un atteggiamento Bce volto sia a difendersi dall’effetto contagio del marcato rialzo dei tassi Usa e sia ad assicurare un controllo dei tassi in un trimestre come quello che sta per iniziare, che sarà caratterizzato da un marcato incremento dei prezzi al consumo“.

Borse 11 marzo, Piazza Affari in rialzo

La spinta della Bce ha portato i mercati in positivo. Milano al termine della giornata ha registrato un rialzo dello 0,82%, confermando la migliore di questa sessione. Per Piazza Affari una chiusura ai massimi da inizio 2020. In crescita anche Francoforte (+0,23%), Parigi (+0,72%) e Londra (+0,2%). Da registrare, inoltre, un crollo da parte di AstraZeneca che, dopo la notizia dello stop della somministrazione in alcuni Paesi, ha perso oltre il 2,50%.

La giornata dei mercati si era aperta in positivo dei mercati asiatici. Shanghai ha guadagnato il 2,35%. Bene anche Seul (+1,88%), Hong Kong (+1,55%) e Tokyo (+0,6%). Un andamento destinato ad essere confermato anche nell’ultima seduta della settimana. Il Nasdaq ha guadagnato il 2,52%, mentre il Dow Jones ha registrato un rialzo dello 0,58%.

Wall Street
Wall Street

I mercati in tempo reale

Spread sotto i 100 punti

Lo spread continua la sua discesa. La spinta della Bce ha portato il differenziale intorno ai 92 punti, mentre il decennale ha concluso la seduta in area 0,59%.

Per quanto riguarda l’euro, la moneta europea ha registrato un rialzo dopo giorni in calo con una chiusura a 1,1960 dollari e 129,75 yen. In rialzo anche il petrolio dopo tre sedute in ribasso. Il contratto Wti in scadenza ad aprile ha guadagnato il 2% terminando la seduta intorno a 65 dollari al barile


Orlando: “Il blocco dei licenziamenti sarà prorogato”

I dati Istat sul lavoro: nel 2020 calo degli occupati senza precedenti