Borse 13 agosto 2021. Ultima seduta della settimana, Milano in rialzo.

MILANO – Borse 13 agosto 2021. Si chiude una settimana sicuramente positiva per Piazza Affari. E l’ultima seduta per Milano si è conclusa con l’ennesimo rialzo.

Sono stati giorni molto contrastati per i mercati mondiali. La variante Delta continua ad essere una minaccia per la ripresa dell’economia e le restrizioni decise dalla Cina hanno avuto i primi effetti sui listini asiatici. Il Vecchio Continente, al momento, non sembra soffrire di questo rialzo dei contagi. Il quadro continua ad essere sotto controllo e questo sta consentendo agli indici di proseguire il recupero. Le incognite sono diverse e il mese di settembre sarà anche fondamentale per capire l’andamento della pandemia e, di conseguenza, la ripartenza economica.

In rosso i mercati asiatici, bene Milano

Molto bene Milano in quest’ultima seduta settimanale. Piazza Affari ha guadagnato lo 0,36%, confermandosi la migliore del Vecchio Continente. Bene anche tutti gli altri indici: Francoforte e Parigi hanno ottenuto un rialzo dello 0,2%. Bene anche Londra (+0,35%).

Non è stata una chiusura di settimana positiva per i mercati asiatici. Hong Kong e Shanghai hanno lasciato per strada rispettivamente l’1,03% e lo 0,58%. Più o meno invariato Tokyo, che ha perso lo 0,02%. Si conferma in positivo Wall Street. Il Dow Jones e il Nasdaq hanno guadagnato lo 0,04%.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Wall Street
Wall Street

I mercati in tempo reale

Spread poco mosso

Spread poco mosso in chiusura. Dopo essere sceso sotto quota 100, il differenziale ha chiuso in area 101 punti. Il decennale si è stabilizzato intorno allo 0,54%. Si riprende l’euro dopo una giornata di giovedì un po’ complicata. La moneta europea ha guadagnato lo 0,57%, passando di mano a 1,1797 dollari e assestandosi intorno ai 130 yen.

Per quanto riguarda il petrolio, nuova seduta in negativo per la variante Delta. Il contratto Wti, in scadenza a settembre, ha registrato una perdita dello 0,36% passando di mano a 68,84 dollari al barile.


Inps: “Niente risorse per la quarantena da Covid”. Cosa cambia

Recovery fund, primi fondi all’Italia. Draghi: “Spendere in maniera efficiente e onesta”