Borse 14 luglio, mercati Ue contrastati. Milano è ritornata in positivo dopo un martedì molto difficile.

MILANO – Borse 14 luglio. Ancora una giornata molto complicata per i mercati. La variante Delta continua ad essere un rischio per i listini e non si esclude in futuro un rallentamento della ripresa economica visto che in molti Paesi si sta ragionando su possibili restrizioni per la ripresa dei casi.

Intanto, nell’Eurozona nel mese di maggio c’è stato un leggero calo della produzione industriale, passata dall’1% di aprile allo 0,9%. Il dato, comunque, è ampiamente positivo in confronto all’anno precedente. Anche se nel 2020 eravamo ancora in piena pandemia e il lockdown ha condizionato fortemente il primo semprestre.

Borse 14 luglio, Piazza Affari in positivo

Dopo un martedì difficile, Milano è ritornata in positivo. Piazza Affari è stata l’unica a chiudere in rialzo in questa terza seduta della settimana con un guadagno dello 0,15%. In ribasso, invece, tutti gli altri indici. Londra è stata la peggiore con un rosso dello 0,46%. Un calo più contenuto, invece, per Parigi e Francoforte che hanno lasciato rispettivamente lo 0,15% e lo 0,02%.

Una giornata per i mercati che si era aperta con il tonfo asiatico. Tutti gli indici in rosso: la peggiore è stata Shanghai con una perdita dell’1,07%. Male anche Hong Kong (-0,67%), Seul (-0,2%) e Tokyo (-0,25%). Un trend che rischia di essere confermato anche nella seduta di giovedì con la chiusura contrastata a Wall Street. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0,13%, il Nasdaq ha perso lo 0,22%.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Wall Street
Wall Street

I mercati in tempo reale

Spread stabile

Per lo spread una nuova giornata stabile in area 102 punti con il decennale pari allo 0,72%. Chiusura in rialzo, invece, per l’euro con un guadagno dello 0,50%. La moneta europea è passata di mano a 1,1818 dollari e 1330,66 yen.

Per quanto riguarda il petrolio, invece, una nuova giornata in rosso. Il contratto Wti ha perso il 2,35% terminando la giornata a 73,52 dollari al barile. Male anche il Brent (-1,82%) a 75,10 dollari.


Caso Whirlpool, al via i licenziamenti

Accordo Governo-Ue, Ita decollerà il prossimo 15 ottobre