Borse 15 settembre 2021, Piazza Affari ha chiuso in rosso la terza seduta della settimana. Spread sopra i 100 punti.

MILANO – Borse 15 settembre 2021. Ancora una seduta contrastata per i mercati nel Vecchio Continente. Sono arrivati, inoltre, anche i dati di Bankitalia sul debito pubblico. Nel mese di luglio la crescita è stata di 29,7 miliardi assestandosi intorno ai 2.725,9 miliardi.

Per quanto riguarda l’inflazione del mese di agosto si è assestata al 2%, un numero che rappresenta un picco dal 2013. Nell’analisi dell’Istat, riportata da La Repubblica, la crescita sembra essere strettamente legato all’effetto-energia. La speranza resta quella di avere un rallentamento nei prossimi mesi per non dover fare i conti con un nuovo aumento dei prezzi in un momento non sicuramente semplice per la pandemia.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Milano in rosso

Seduta in rosso per Milano. Piazza Affari ha lasciato per strada lo 0,1%. La migliore del Vecchio Continente è stata Londra (-0,05%), mentre Francoforte e Parigi hanno lasciato per strada rispettivamente lo 0,68% e l’1,04%.

Chiusura mista in Asia. La migliore è stata Seul con un rialzo dello 0,15%. In calo, invece, tutti gli altri indici: Tokyo -0,52%, Shanghai (-0,18%) e Hong Kong (-1,91%). Un cambio di passo che si potrebbe avere nelle ultime due giornate visto il buon rialzo di Wall Street. Il Nasdaq ha guadagnato lo 0,82%, il Dow Jones lo 0,68%.

Wall Street
Wall Street

I mercati in tempo reale

Spread sopra i 100 punti

Lo spread è tornato sopra i 100 punti. Il differenziale ha chiuso in area 101 punti, con il decennale italiano che si è assestato allo 0,70%. Per l’euro una giornata poco mossa. La moneta europea è passata di mano a 1,1805 dollari e a 129,36 yen.

Per quanto riguarda il petrolio, il contratto Wti in scadenza a ottobre ha guadagnato il 3,49% a 72,92 dollari al barile. Bene anche il Brent (+3,34%) a 76,06 dollari al barile.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 15-09-2021


Green Pass obbligatorio anche per i lavoratori del settore privato, il governo accelera. Draghi incontra i sindacati

Mario Draghi inserito tra i 100 di Time