Borse 30 agosto 2021, Milano in positivo. In rialzo anche i mercati asiatici in questa prima seduta della settimana.

MILANO – Borse 30 agosto 2021. Prima seduta della settimana dopo una chiusura in positivo nella giornata di venerdì per l’effetto Fed.

Un inizio sicuramente positivo per i listini del Vecchio Continente, ma il futuro continua ad essere incerto per la presenza della variante Delta. Le prossime settimane saranno sicuramente decisive per l’andamento dei mercati e per questo motivo ci aspettiamo delle indicazioni molto chiare per capire come andrà l’economia nel periodo invernale.

Milano apre in positivo, mercati asiatici in rialzo. Mista Wall Street

Apertura in positivo per Milano. Piazza Affari a metà mattinata ha registrato un guadagno dello 0,14% seguendo gli altri indici del Vecchio Continente. Nella seconda parte di giornata una piccola frenata chiudendo allo 0,07%. La migliore è stata Francoforte (+0,22%), bene anche Parigi (+0,08%), mentre Londra era chiusa per festività.

Inizio della settimana in rialzo anche per i mercati asiatici. La migliore è stata Tokyo con un guadagno dello 0,54%. In scia Hong Kong (+0,51%), mentre più cauta Shanghai (+0,17%) e Seul (+0,33%). Un trend che rischia di essere compromesso nella seduta di martedì vista la chiusura mista di Wall Street. Il Dow Jones ha perso lo 0,16%, mentre il Nasdaq ha guadagnato lo 0,90%.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Wall Street
Wall Street

I mercati in tempo reale

Spread poco mosso

Chiusura poco mossa per lo spread. Il differenziale in questa prima seduta della settimana ha chiuso 105 punti, con il rendimento decennale allo 0,6%.

Resta più o meno stabile l’euro. La moneta europea ha guadagnato lo 0,02% passando la mano intorno a 1,18 dollari. Per quanto riguarda il petrolio, invece, chiusura in rialzo per il contratto Wti in scadenza a settembre che ha guadagnato lo 0,28% terminando la giornata a 68,93 dollari al barile.

ultimo aggiornamento: 30-08-2021


L’Ocse conferma: “Il Pil accelera nel secondo trimestre”

Green Pass obbligatorio anche per chi lavora negli uffici pubblici. La nuova ipotesi al vaglio del governo