Borse 5 luglio, Milano in positivo nella prima seduta della settimana. Resta l’incognita della variante Delta.

MILANO – Borse 5 luglio. E’ stata una giornata di attesa per i mercati vista la chiusura di Wall Street per festivitità. Solitamente sono proprio i listini americani a spingere in positivi o in negativo gli altri indici e per questo motivo bisognerà aspettare i prossimi giorni per avere maggiori informazioni sulla prima settimana del mese delle borse.

L’incognita resta la variante Delta. I contagi sono in ripresa in tutto il mondo (anche in Italia n.d.r.) e possibili nuove restrizioni potrebbero portare nuovamente le paure dei mesi precedenti. Per questo motivo ci aspettiamo le prossime decisive per l’andamento dei mercati tra il rischio di una ripresa della pandemia e l’inflazione.

Borse 5 luglio, Piazza Affari in positivo

La settimana per Milano si è aperta in positivo. Piazza Affari è stata la migliore del Vecchio Continente con una chiusura a +0,63%. In scia del listino italiano Londra con un guadagno dello 0,58%. Una crescita più cauta, invece, per Parigi e Francoforte che hanno rispettivamente registrato un guadagno dello 0,22% e dello 0,08%.

La giornata dei mercati si è inaugurata con un trend misto in Asia. In negativo Tokyo (-0,64%) e Hong Kong (-0,62%), mentre Seul e Shanghai hanno aperto la settimana in positivo con un guadagno rispettivamente dello 0,35% e dello 0,44%.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Wall Street
Wall Street

I mercati in tempo reale

Spread stabile

Per lo spread la settimana si è aperta in modo stabile. Il differenziale ha chiuso in area 101 punti, con il decennale italiano che si è confermato intorno allo 0,8%. In leggero rialzo, invece, l’euro. La moneta europea è passata di mano a 1,1860 dollari.

Per quanto riguarda il petrolio, invece, il prezzo è tornato a salire in attesa dell’accordo tra i Paesi Opec+ sui nuovi livelli di produzione. Il dialogo continua e si deciderà tutto nelle prossime settimane. Intanto, il contratto Wti ha raggiunto quota 75,32 dollari. Bene anche il Brent a 76,3 dollari.


Mercato auto, a giugno numeri ancora negativi rispetto al 2019

Trasporto aereo, sciopero generale 6 luglio: i voli cancellati