Borse 6 gennaio, i mercati Ue in ripresa dopo una seconda giornata complicata. Spread in calo.

MILANO – Borse 6 gennaio. Dopo una seconda seduta molto complicata, i mercati dell’Unione Europea sono riusciti a cambiare di passo anche per i risultati arrivati dalla Georgia sul Senato americano.

Un andamento difficile da confermare nelle prossime settimane. Le restrizioni e l’aumento dei contagi potrebbe portare ad un ulteriore calo dei listini, soprattutto nel Vecchio Continente.

Borse 6 gennaio, Piazza Affari in positivo

Dopo un martedì complicato nel Vecchio Continente, le Borse hanno cambiato passo. La migliore è stata sempre Londra con una crescita del +3,47%. In rialzo anche Parigi (+1,19%) e Francoforte (+1,76%). Un aumento più forte per Milano. Piazza Affari ha registrato un guadagno del +2,4% al termine della sessione.

Andamento contrastato a Wall Street. A chiudere in rosso è stato il Nasdaq (-1,38%), mentre il Dow Jones (+1,44%) è riuscita ad avere una giornata in positivo continuando il percorso iniziato nelle sedute precedente.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Wall Street
Wall Street

Giornata complicata anche in Asia. La migliore è stata Shanghai con una chiusura in rialzo (+0,63%). Bene anche Hong Kong (+0,17%). In rosso, invece, Seul (-0,75%) e Tokyo (-0,38%). Andamento destinato ad essere confermato anche nelle prossime settimane.

Spread in calo

Nuova giornata positiva per quanto riguarda lo spread. La chiusura è avvenuta a 107 punti base con il decennale stabile a 0,57%. Per quanto riguarda il petrolio, il Wti in scadenza di febbraio ha registrato una crescita dell’1,9% terminando la giornata a 50,8 dollari al barile, cifre che non venivano raggiunte da febbraio.

I mercati in tempo reale

La giornata dei mercati

Una giornata molto positiva per i mercati. I risultati delle elezioni in Georgia hanno portato i listini in positivo. Un andamento non semplice da confermare nelle prossime settimane. Le restrizioni e l’andamento dei contagi potrebbero portare ad una nuova perdita dei listini. Per il cambio di passo definitivo serve l’entrata nel vivo della vaccinazione.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non


Stellantis, i nuovi modelli attesi per il 2021

Nasce il sindacato dei lavoratori di Google