Borse 7 settembre 2021, una seconda seduta per i mercati europei molto complicata. Piazza Affari chiude in rosso.

MILANO – Borse 7 settembre 2021. Dopo l’apertura in positivo della settimana, i mercati sono ritornati in rosso in questa seconda seduta della settimana anche in attesa della Bce.

Buone notizie, invece, arrivano dalla Bankitalia. Nell’indagine straordinaria sulle famiglie italiane è emerso che nel mese di aprile le attese delle famiglie sono migliorate, anche se la situazione economica era comunque molto complicata. Molti nuclei, infatti, hanno ricevuto uno stipendio inferiore a quello prima della pandemia e soprattutto in quel periodo i consumi erano condizionati dalla pandemia. Sicuramente c’è grande curiosità di conoscere i prossimi report. La speranza è quella di confermare una crescita della fiducia e, soprattutto, una ripresa dei consumi.

Milano in rosso

Come detto, la seconda seduta della settimana si è chiusa in rosso per Milano. Piazza Affari ha perso lo 0,72%, diventando la peggiore del Vecchio Continente in questa sessione. Leggermente migliori Francoforte (-0,56%), Londra (-0,48%) e Parigi (-0,26%), ma la chiusura è stata comunque negativa.

Chiusura mista, invece, in Asia. Bene Tokyo (+0,86%), Shanghai (+1,51%) e Hong Kong (+0,85%), mentre l’unica in negativo è stata Seul (-0,61%). Prima seduta della settimana per Wall Street e l’andamento contrastato potrebbe influenzare anche la seduta di mercoledì dei mercati. Il Dow Jones ha perso lo 0,76%, mentre il Nasdaq ha guadagnato lo 0,07%.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Wall Street
Wall Street

I mercati in tempo reale

Spread in rialzo

Chiusura in rialzo per lo spread. Il differenziale è ritornato intorno ai 107 punti, con il decennale che si è assestato allo 0,75%. Per l’euro una seconda seduta settimana in rosso. La moneta europea ha perso lo 0,26% passando di mano a 1,1839 dollari al barile.

Frena anche il petrolio in questa giornata. Il contratto Wti, in scadenza ad ottobre, ha preso l’1,5% chiudendo a 56,27 dollari al barile.


Reddito di Cittadinanza, le remore dell’Ocse: pochi beneficiari hanno trovato lavoro

Ad Conad: “Chi non si vaccina in aspettativa non retribuita”. Social in rivolta