Borse 9 luglio, i mercati Ue rimbalzano dopo il crollo per i timori dovuti alla variante Delta. Milano in positivo.

MILANO – Borse 9 luglio. Una chiusura di settimana in positivo per i mercati Ue dopo le difficoltà registrate nella seduta di giovedì per la variante Delta. L’aumento dei contagi in quasi tutto il Vecchio Continente e la possibile reintroduzione di misure restrittive per evitare un possibile rialzo della pressione sui servizi sanitari continua ad essere una incognita importante per quanto riguarda gli indici.

Le prossime due settimane saranno fondamentale anche in vista della chiusura di agosto. Da capire come si comporteranno i mercati in questo periodo prima di un settembre che sarà fondamentale per cercare di ritornare alla normalità.

Borse 9 luglio, Piazza Affari in positivo

Dopo un giovedì ‘nero’ per i mercati, in Europa c’è stato un rimbalzo importante. La migliore è stata Parigi con una crescita del 2,07%. Un aumento più cauto anche se importante per gli altri indici: Milano ha guadagnato l’1,67%, Londra l’1,31% e Francoforte l’1,75%.

Continuano, invece, le difficoltà in Asia. L’unica a terminare la seduta in rialzo è stata Hong Kong con una crescita dello 0,75%. In rosso, invece, tutti gli altri: Shanghai (-0,04%), Seul (-1,07%) e Tokyo (-0,67%). Un trend che potrebbe cambiare nella seconda parte di luglio e nella prima seduta della prossima settimana vista la chiusura in positivo a Wall Street: il Dow Jones ha guadagnato l’1,30% e il Nasdaq lo 0,98%.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Wall Street
Wall Street

I mercati in tempo reale

Spread in calo

Ritorna in calo, invece, lo spread. Il differenziale ha terminato la seduta in area 105 punti, con il rendimento decennale che si è assestato allo 0,76%. Per quanto riguarda l’euro, invece, una giornata in rialzo. La moneta europea ha guadagnato lo 0,2% passando di mano a 1,1869 dollari e 130,73 yen. In crescita anche il petrolio. Il contratto Wti ha guadagnato il 2,4% terminando la giornata a 74,4 dollari al barile.


Istat, nel 2020 il reddito disponibile delle famiglie si è ridotto di 32 miliardi

Wimbledon 2021, quanto guadagna chi vince: i montepremi