L’ex ministra delle Riforme avrebbe chiesto all’ad di Unicredit di rilevare Banca Etruria, l’ente di cui il padre era vicepresidente

Gravi accuse stanno in queste ore mettendo a dura prova la credibilità di Maria Elena Boschi, sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio. Secondo le anticipazioni del libro di Ferruccio De Bortoli ‘Poteri forti’, diffuse dall’Huffington Post, l’allora ministra delle Riforme nel 2015 avrebbe avanzato una richiesta diretta all’amministratore delegato di Unicredit, Federico Ghizzoni, per convincerlo ad acquistare Banca Etruria, l’ente bancario di cui il padre era vicepresidente. “La domanda era inusuale da parte di un membro del governo all’amminsitratore delegato di una banca quotata“, scrive De Bortoli nel volume in uscita.

Boschi: “La storia di Banca Etruria viene ciclicamente tirata in ballo

Ma la Boschi non ci sta e, tramite un post su Facebook, manifesta la propria intenzione di adire le vie legali: “La storia di Banca Etruria viene ciclicamente chiamata in ballo per alimentare polemiche. Vediamo di essere chiari: non ho mai chiesto all’ex ad di Unicredit, Gizzoni, né ad altri, di acquistare Banca Etruria. Ho incontrato Ghizzoni come tante altre personalità del mondo economico e del lavoro, ma non ho mai avanzato una richiesta di questo genere. Sfido chiunque e ovunque a dimostrare il contrario. E siccome sono stupita per questa ennesima campagna di fango, stavolta ho affidato la pratica ai legali per tutelare il mio nome e il mio onore. Chi è in difficoltà per le falsità di Palermo o per i rifiuti di Roma non può pensare che basti attaccare su Arezzo per risolvere i propri problemi“.

Gli attacchi delle opposizioni

Non sono mancate nel pomeriggio le dure reazioni dei rappresentanti delle opposizioni, a cominciare dai Cinque Stelle che, attraverso le voci di Di Maio e Di Battista, ma anche dello stesso Grillo, hanno richiesto a gran voce le dimissioni della sottosegretaria qualora le indiscrezioni venissero confermate. Proposta simile anche da parte del leader della Lega Nord, Matteo Salvini, come riportato da Repubblica: “Subito le dimissioni della ministra Boschi. Nell’affare banche c’è dentro fino al collo… La Lega non dimentica: che fine ha fatto la nostra richiesta di una commissione d’inchiesta su Bancopoli? Sepolta in un cassetto?“.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 09-05-2017


Legge elettorale, prove di dialogo Pd-M5s. Di Maio: “No al premio di coalizione”

Roma, è scontro Comune-Regione. La sindaca Raggi: “I rifiuti in strada sono vergognosi”