Il 42enne Manny Pacquiao, dopo due anni lontano dal ring, ha sfidato Ugas a Las Vegas. Il cubano ha vinto ai punti con verdetto unanime.

LAS VEGAS – Manny Pacquiao, la leggenda della boxe, è tornato sul quadrato a due anni di distanza dall’ultima volta. A Las Vegas, il 42enne filippino ha sfidato il cubano Yordenis Ugas, detentore del titolo Wba dei pesi welter. Al termine dell’incontro, con verdetto unanime dei tre giudici (115-113, 116-112, 116-112), l’ex campione filippino ha concesso l’ottava sconfitta nella sua straordinaria carriera.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

https://www.youtube.com/watch?v=UAHWzKJ5iqw&ab_channel=PuenLptown

La carriera di Manny Pacquiao

Nato a Kibawe nel 1978, il pugile filippino è considerato uno dei migliori boxeur di tutti i tempi: primo e unico campione mondiale in otto differenti classi di peso, dove ha vinto dodici titoli iridati, nonché il primo a vincere il campionato lineare in cinque diverse classi. Soprannominato “Pac-Man”, “Fighting Pride of the Philippines” o “Ang Pambansang Kamao” (“Il Pugno Nazionale”), è stato nominato “pugile del decennio” (2000–2010) dalle associazioni Boxing Writers Association of America (BWAA), World Boxing Council (WBC) e World Boxing Organization (WBO).

Attività politica

Oltre alla boxe, Pacquiao è attivo in politica da anni. Dal 2010 al 2016 ha fatto parte del Congresso filippino, come rappresentante della provincia di Sarangani. Nel 2016 è stato eletto al Senato, dopo essersi classificato settimo nelle elezioni del 2016.


Un anno fa scompariva Sandro Mazzinghi

Vuelta, successo di Caruso all’Alto de Velefique. Roglic sempre in rosso