Brabus 850: una supernova da strada

Il preparatore tedesco ha “messo le mani” sulla Mercedes Classe S Coupé trasformandola nella Brabus 850, “race car” di lusso con 850 cavalli.

Prendere una bella vettura, incattivirne l’aspetto e vitaminizzarne il motore è pane quotidiano per i preparatori, farlo con le Mercedes è la specialità di Brabus. Il tuner di Bottrop che firma ufficialmente anche le versioni più potenti della Smart, per festeggiare i suoi 38 anni di attività, ha deciso di fare qualcosa di fuori dal comune trasformando in un missile “pronto corsa” l’ammiraglia della Stella. Il team di ingegneri guidato dall’estroso Bodo Buschmann ha anabolizzato niente meno che la Coupé S63 AMG facendola diventare la “Coupé a trazione integrale e quattro posti più veloce del pianeta”.

Il risultato, mostrato in prima mondiale a Ginevra, non lascia certo indifferenti… Assetto specifico, tra l’altro ribassato di 15 mm, aerodinamica rivista in chiave velocistica e un look “incattivito” con gusto (monta cerchi da 21”) grazie all’ampio uso della fibra di carbonio sono il biglietto da visita della 850 S. Come di consueto per Brabus, gli interventi hanno interessato anche l’abitacolo: un ampio utilizzo di Alcantara e un lavoro di fino hanno impreziosito il già ricco interno della 63 AMG. Il risultato d’insieme non fa di certo passare inosservata la sportiva tedesca, nemmeno nel colore nero “understatement” del modello esposto. Una trasformazione che può essere ordinata con la vettura o applicata anche ai modelli già targati della S63 Amg.

Look a parte, per gli appassionati di motori il “bello” è sotto il cofano. Il già potente V8 biturbo, che nella proposta ufficiale sfoggia 585 cavalli, ha visto crescere la propria cilindrata da 5.461 cc a 5.912 cc, con un incremento di potenza del 45%! La 850 S, infatti, come suggerisce il nome vanta la bellezza di 850 cavalli (625 kW) e una mostruosa coppia massima di 1.450 Nm, disponibile tra 2.500 e 4.500 giri. Con questi valori la due porte di Stoccarda accelera da 0 a 100 km/h in appena 3,5 secondi. I 200 orari? Li tocca in 9,4 secondi. La velocità massima? Limitata elettronicamente, come si usa in Germania, ma a… 350 km/h! Roba da far impallidire molte blasonate supercar.

Clicca sulle foto per ingrandirle ed entrare nella galleria fotografica

ultimo aggiornamento: 09-03-2015

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X