La Saipem si è aggiudicata la gara indetta dal Brasile per la fornitura di un’unità galleggiante di produzione e stoccaggio di greggio e di gas.

BRASILIA – L’azienda italiana Saipem ha vinto la gara per la fornitura di un’unità galleggiante di produzione e stoccaggio di greggio e di gas. Il valore complessivo è di 2,3 miliardi, di cui 1,3 andranno proprio alla società nostrana, la quale opererà con Daewoo Shipbuilding & Marine Engineering (Dsma).

Saipem vince commessa in Brasile

Lo si legge in una nota in cui viene indicato che le due aziende produrranno per conto di Petrobras la piattaforma Fpso P-79 per lo sviluppo del campo in acque profonde di Búzios in Brasile.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

https://www.youtube.com/watch?v=288uI4NarfY

L’opera

La Fpso consentirà l’iniziale separazione del gas dal petrolio estratto nel giacimento offshore in acque profonde e raggiungerà una capacità produttiva di 180 mila barili di petrolio al giorno e 7,2 milioni di metri cubi di gas al giorno, con una capacità di stoccaggio di due milioni di barili di petrolio. Il giacimento petrolifero di Búzios è il più grande del mondo in acque profonde. Si trova nella regione del bacino pre-salt di Santos, a circa 200 km dalla costa di Rio de Janeiro, ad una profondità compresa tra 1.600 e 2.100 metri.

La strategia della società italiana

Saipem già vi opera con un progetto di installazione di un sistema sottomarino basato su ‘riser’ (montanti) rigidi. Secondo Maurizio Coratella, responsabile della Divisione E&C Onshore il progetto Fpso P-79 rappresenta un “passo avanti fondamentale” nella strategia di diversificazione del portafoglio ordini del gruppo.


Autostrade, il Consorzio guidato da Cdp ha firmato l’accordo con Atlantia

Mattarella e Papa Francesco contro il lavoro minorile