Brescia, morto ragazzo di 21 anni: era stato accoltellato davanti a una discoteca

L’aggressione è avvenuta all’alba di oggi sotto gli occhi della fidanzata della vittima

chiudi

Caricamento Player...

Dramma a Brescia, a pochi giorni dall’episodio di Alatri. Un ragazzo di 21 anni, Yaisy Bonilla, accoltellato poco prima delle 6 del mattino all’uscita da una discoteca, davanti agli occhi della propria fidanzata, è morto nel pomeriggio di oggi. I numerosi colpi all’addome avevano causato ferite molto gravi. A nulla è servito il tempestivo intervento dei soccorsi. Ancora nessuna traccia dell’aggressore, mentre si indaga sulle cause del litigio finito in tragedia.

Aggressione all’uscita dalla discoteca

Come riportato da Repubblica, gli agenti hanno interrogato in questura un gruppo numeroso di testimoni, tutti giovani che si trovavano davanti al Disco Volante, la discoteca di Brescia in cui è accaduto il drammatico episodio, intorno alle 6 del mattino. Ancora da stabilire però le cause dell’aggressione. Le condizioni della vittima, di origine colombiane, erano parse fin da subito gravissime. Nonostante l’intervento chiurgico cui è stato sottoposto all’ospedale Fondazione Poliambulanza, il giovane si è dovuto arrendere. L’annuncio del decesso è stato dato poco dopo le 17.

Gli agenti: “Stiamo analizzando i filmati delle telecamere

Non sono state rilasciate dichiarazioni dai testimoni. La polizia ha comunque rassicurato: “Lavoriamo per ricostruire il movente e trovare l’aggressore, e per analizzare i filmati delle telecamere. Abbiamo ascoltato diverse persone che si trovavano sul posto. E ancora la fidanzata del giovane, che ha dato l’allarme. Sappiamo che il ventunenne ha qualche precedente. Da quanto è stato possibile ricostruire finora, è escluso che ci siano altre persone coinvolte. La lite sarebbe avvenuta tra i due per motivi che stiamo cercando di capire”.