Accordo tra la Gran Bretagna e l’Unione europea sulla Brexit. Svanisce lo spettro del no Deal.

LONDRA (INGHILTERRA) – Svolta improvvisa e in qualche modo anche inaspettata per quanto riguarda le trattative sulla Brexit, con la Gran Bretagna e l’Ue che hanno trovato l’accordo nel pomeriggio del 24 dicembre.

Brexit, accordo tra la Gran Bretagna e l’Unione europea

Al termine di una maratona diplomatica e di una trattativa durata ore, è svanito quindi il rischio del No deal. Per quanto complicato da gestire, il divorzio tra Londra e l’Unione europea è regolamentato da un accordo condiviso. Un risultato importantissimo che evita mesi di caos, anarchia commerciale e tensioni diplomatiche.

Come riferito dai media britannici, una delle questioni più difficili da chiudere sarebbe stata quella relativa alla pesca, che ha un’importanza fondamentale per la Gran Bretagna ma anche per buona parte dei paesi europei.

Brexit
Brexit

L’iter per l’approvazione del documento

Va detto che comunque i tempi non sono propriamente brevi. Dopo il raggiungimento di un accordo tra le parti, la proposta con la formulazione finale del testo passa alla Commissione europea e agli Stati membri del Parlamento Ue.

Per riassumere: il testo di duemila pagine deve quindi passare l’esame del Parlamento europeo e quello degli Stati membri. Uno Stato può anche decidere e chiedere di sottoporre il testo al proprio parlamento nazionale. Insomma, i tempi sono decisamente lunghi.

Il Consiglio Ue può decidere di applicare il testo anche in attesa dell’analisi e delle eventuali modifiche del Parlamento. Per quanto difficile possa essere dal punto di vista burocratico, serve un via libera all’applicazione immediata dell’accordo raggiunto tra le parti. In caso contrario a partire dalla mezzanotte del 31 dicembre tra Ue e GB di fatto regnerebbe il caos totale.

Conte: “Bene l’accordo”

La notizia è stata commentata dal premier Conte sui social: “Bene l’accordo Ue con il Regno Unito. Interessi e diritti di imprese e cittadini europei garantiti. UK partner centrale e alleato per l’Unione e per l’Italia“.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
brexit economia politica primo piano

ultimo aggiornamento: 24-12-2020


Le Faq del governo sul Natale: cosa si può fare e cosa no

Variante Covid, rientrano i primi 160 italiani bloccati in Gran Bretagna