L’ultimatum dell’Unione europea a Boris Johnson: un piano entro dodici giorni o salta la Brexit.

Caos Brexit, Boris Johnson ha dodici giorni per presentare un piano per l’uscita dall’Unione europea: è questo l’ultimatum dell’Ue a Londra, con Bruxelles che vuole mettere fine alle tensioni e ai tanti tira e molla che hanno portato alla caduta della May e all’ascesa di un duro, uno che si diceva disposto a lasciare l’Ue anche senza accordo.

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

Brexit, ultimatum dell’Ue a Boris Johnson

Sospesa l’attività del Parlamento e innalzato senza ombra di dubbio il livello della tensione, Boris Johnson ha ora dodici giorni per presentare a Bruxelles il piano per uscire dall’Unione europea arrivando così alla conclusione di un cammino lungo e complesso per Londra e per tutti gli inglesi. Che nel corso di questo lungo arco di tempo hanno avuto più di un ripensamento sull’uscita dall’Ue.

Boris Johnson
London, UK. 5 March 2015. The new commission for the Fourth Plinth, Gift Horse by German artist Hans Haacke, was unveiled by the Mayor of London Boris Johnson this morning in Trafalgar Square

Rinne, piano entro dodici giorni o è un capitolo chiuso

L’ultimatum a Johnson arriva dal premier finlandese Antti Rinne, che in una dichiarazione riportata dalla BBC ha fatto sapere che se non dovesse arrivare una proposta entro i prossimi dodici giorni il capitolo Brexit dovrà considerarsi chiuso. E secondo il premier anche Macron sarebbe della stessa idea.

Al momento da Londra non arrivano commenti alla notizia ma pare che gli uomini di Johnson siano al lavoro per provare almeno a rispettare la scadenza.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 19-09-2019


Il presidente Macron a Roma. Il premier Conte: “Francia disponibile su ricollocazione dei migranti”

Tunisia, è morto l’ex presidente Ben Ali: aveva 83 anni