Bruxelles, fallito attentato alla stazione centrale: neutralizzato il sospetto terrorista

Secondo i media locali un uomo con una cintura esplosiva sarebbe stato fermato dalla polizia. Evacuate alcune fermate della metro.

chiudi

Caricamento Player...

Ancora paura in Europa. A essere colpita, o meglio a rischiare di esserlo, stavolta è Bruxelles. Nei pressi della stazione centrale, non lontano dalla Grand-Place, secondo quanto riferito da Repubblica sarebbero stati percepiti un’esplosione e colpi d’arma da fuoco. Alcuni testimoni riferiscono che un uomo, sospetto attentatore, sul luogo con una cintura esplosiva, sarebbe stato ‘neutralizzato’ dagli agenti. L’uomo sarebbe comunque ancora vivo. Il portavoce dei vigili del fuoco di Bruxelles, Pierre Meys, ha confermato l’esplosione, senza però riuscire a spiegarne ancora l’origine. Per sicurezza sono state intanto evacuate la Gare Centrale e la Grand Place, oltre che chiuse le linee 1 e 5 della metropolitana.

Bruxelles un anno dopo

Torna la paura nella capitale belga, cuore dell’Unione europea, a 15 mesi di distanza. Era il 22 marzo del 2016 quando a essere attaccati furono l’aeroporto e la metropolitana della città. Nell’occasione furono 31 le vittime, e centinaia i feriti. L’attentato di quel marzo fu collegato in qualche modo all’arresto di Salah Abdeslam, principale ricercato dopo gli attentati di Parigi del novembre 2015. Stavolta la situazione è differente, e il pericolo sembrerebbe essere stato sventato. Lo stato d’allerta in Europa continua però ad essere altissimo dopo i recenti attacchi subiti dalla Gran Bretagna e dalla Francia stessa.