Caaf o Caf. I centri di Assistenza Fiscale come organizzazioni a supporto di lavoratori dipendenti, di pensionati e di datori di lavoro.

Fiscalità e Caaf

I Caaf più comunemente conosciuti con l’acronimo di CAF aiutano i soggetti sopra riportati neglli adempimenti più difficili e relativi appunto alla fiscalità generale. Esempi sono:

  • la compilazione dei modelli 730
  • le dichiarazioni fiscali
  • i modelli Red e Isee

I Caf o Caaf supportano quindi i seguenti soggetti:

  • i lavoratori dipendenti
  • i pensionati
  • i datori di lavoro

nei loro differenti adempimenti fiscali ma sono anche centri dove ci si può rivolgere per ottenere informazioni relative sempre alla fiscalità, o anche relative a tematiche come pensioni, TFR, liquidazione, diritti sindacali, CCNL, contratti di vario genere etc….
Il percorso dei Caaf si snoda prima con il recepimento delle richieste dei soggetti quali lavoratori, pensionati e datori di lavoro, poi con l’assistenza alla compilazione della relativa modulistica connessa al bisogno specifico del soggetto che intende presentarla, e poi con la trasmissione della modulistica precedentemente compilata e controllata in tutti i suoi aspetti.
In quest’ultima fase Red, modelli Isee etc…. Vengono trasmetti telematicamente attraverso il canale Entratel.
Andando a svolgere questi adempimenti, il Caaf, avendo un suo Responsabile Assistenza Fiscale, si sostituisce al contribuente nella responsabilità di compilazione e trasmissione telematica. Questo aspetto risulta essere molto rilevante ai fini della corretta trasmissione di richieste e dati.

Le prestazioni effettuate da questi centri a Roma, come a Milano, Torino etc… e in generale in tutta Italia, sono gratuite tranne quando si tratta di casi in cui ci sia la presentazione del Modello 730 non consegnato al Caf già compilato.
Possono svolgere questo ruolo le organizzazioni che hanno ottenuto l’autorizzazione all’iscrizione all’albo nazionale dei Caf per i lavoratori dipendenti, tale albo si trova presso il Ministero delle Finanze, e tale appartenenza deve collocarsi all’interno di una delle seguenti categorie:

  • organizzazioni sindacali dei lavoratori dipendenti e pensionati
  • organizzazioni territoriali delegate dalle associazioni di cui al punto 1 e che abbiano complessivamente almeno 50 mila iscritti
  • sostituti d’imposta aventi complessivamente almeno 50 mila dipendenti
  • associazioni di lavoratori promotrici di istituti di patronato, aventi complessivamente almeno 50 mila iscritti.

certificato_unicasim


CAF: i centri di assistenza fiscale a Milano

Come consultare il Tasso Overnight EONIA e verificarne lo storico