Il cadavere di un giovane 15enne è stato “dimenticato” per ben dieci ore sui binari della stazione: scattano le indagini.

La vicenda ha avuto luogo tra Torino Porta Nuova e Lingotto. Il cadavere di un ragazzo è stato “dimenticato” vicino ai binari del treno per una decina d’ore. Alla luce dei fatti, la magistratura ha aperto un fascicolo d’inchiesta per indagare – oltre che sulla morte – sull’abbandono del cadavere.

La Procura ha aperto un fascicolo d’inchiesta per cercare di ricostruire la vicenda avvenuta il 26 settembre, in una ferrovia torinese, situata tra le stazioni di Porta Nuova e Lingotto. Lì, il corpo di un giovane ragazzo 15enne era in stato di abbandono per una decina d’ore.

Cadavere

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La vicenda

Stando alle ricostruzioni condotte fino ad ora, la presenza del cadavere del ragazzo, 15enne, di origine senegalese, è emersa verso le ore 8:22 del mattino. A quanto pare, però, la prima segnalazione alle forze dell’ordine da parte di un pendolare è giunta soltanto alle 18:00 del pomeriggio, del giorno dopo.

A lanciare l’allarme un ricercatore universitario, che al mattino ha ritrovato il cadavere per cui otto ore prima aveva lanciato una segnalazione in totale stato di abbandono, rimasto lì per ben dieci ore. Poi, il ricercatore ha scritto un post su Facebook per raccontare l’accaduto, incredulo: “(…) Passano le ore, alle 18.30 sono di nuovo su quel treno, direzione ritorno a casa. Linea bloccata, c’è un corpo sui binari. È quel corpo. Stento a crederci. Sono trascorse 10 ore dalla mia segnalazione”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 12-10-2022


38enne sequestrato e torturato: non aveva pagato l’affitto 

Aung San Suu Kyi, condannata ad altri 3 anni per corruzione