Un cadavere è stato trovato in un bosco vicino ad Anzio. L’unico indizio è la tuta della squadra della Roma.

ANZIO (ROMA) – E’ giallo sul cadavere trovato in un bosco vicino ad Anzio. Come scritto da La Repubblica, il corpo senza vita è stato rinvenuto da un cercatore di funghi, che ha visto un cranio spuntare dal terreno.

La Procura ha aperto un’indagine per cercare di risalire all’identità della persona e ricostruire meglio la dinamica. Non sarà semplice visto che, al momento, l’unico indizio in possesso degli inquirenti è una tuta della Roma. Si aspettano i primi risultati dell’autopsia.

Cadavere rinvenuto ad Anzio

Il cadavere è stato rinvenuto nei boschi di Anzio. A lanciare l’allarme un ricercatore di funghi, il quale ha notato il teschio. I carabinieri scavando sono riusciti a recuperare una busta nera che conteneva il corpo con indosso una tuta sportiva e, in un secondo sacco, gli arti inferiori.

Il corpo è stato trasferito all’Istituto di medicina legale di Tor Vergata per accertare le cause del decesso. Le risposte dell’autopsia potrebbero dare delle prime risposte su quanto accaduto in provincia di Roma. Sono pochi gli indizi in mano agli inquirenti e, per questo, non sarà semplice riuscire a ricostruire la dinamica.

Carabinieri macchina
Carabinieri macchina

Indagini in corso

Sono in corso le indagini per cercare di ricostruire meglio la dinamica di quanto successo. Nessuna pista è esclusa, almeno fino a quando non si hanno i primi risultati dell’autopsia.

Gli inquirenti stanno cercando di risalire all’identità della vittima, ma le ultime denunce sono di diversi mesi fa. Per questo motivo si dovrà attendere il report del medico legale per cercare di avere maggiori informazioni su quanto successo. Un mistero che dovrà essere risolto nei prossimi giorni. Possibile che il ricercatore di funghi possa essere ascoltato una seconda volta dagli investigatori.


Coronavirus, l’ordinanza della Regione Campania: ‘coprifuoco’ dalle 23 alle 5

Ragazza di 12 anni violentata durante il lockdown, tre arresti