Due cadaveri carbonizzati sono stati trovati a Ferrara. Aperta un’indagine per accertare meglio quanto successo.

FERRARA – Due cadaveri carbonizzati sono stati trovati in un’auto in provincia a Ferrara. La terribile scoperta è avvenuta nella serata di domenica 28 febbraio. La Procura ha autorizzato l’autopsia sui due corpi per accertare le cause del decesso e l’identità delle vittime.

La ricostruzione della vicenda

La Procura ha aperto un’indagine per cercare di ricostruire meglio quanto successo. I due cadaveri non sono stati identificati, ma l’auto risulta appartenere ad un uomo di 64 anni, scomparso da qualche ora dopo aver detto di essere uscito con il cugino 70enne, affetto da gravi patologie.

Nessuna ipotesi è esclusa. Gli inquirenti stanno effettuando tutti gli accertamenti del caso. I carabinieri sono al lavoro per ricostruire i movimenti delle due persone e verificare la presenza di testimoni o immagini video che possano chiarire meglio quanto successo. Nei prossimi giorni saranno ascoltati anche i parenti e gli amici delle persone scomparse. Si attendono i risultati degli accertamenti medici per capire l’identità delle persone e le cause del decesso. Tutte le piste sono sul tavolo almeno fino a quando non si hanno delle prove certe.

Vigili del fuoco
Vigili del fuoco

Donna morta a Torino in un incendio nel suo appartamento

Una donna di 87 anni è morta nel Torinese in un incendio divampato nel suo appartamento nelle prime ore di lunedì 1 marzo. Come riportato da La Repubblica, il fumo ha invaso le stanze dell’alloggio. Per la donna non c’è stato niente da fare, i medici non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Un’altra anziana, invece, è riuscita a salvarsi.

Secondo le ultime informazioni, il rogo sarebbe stato provocato da un corto circuito della stufetta elettrica. Sono in corso tutti gli accertamenti del caso e nelle prossime ore i rilievi dei vigili del fuoco potrebbero dare delle risposte importante agli inquirenti.


Coronavirus, sale l’incidenza negli Under 20: il report dell’Iss

Reggio Calabria, mago arrestato con l’accusa di omicidio colposo