Calcio e Finanza sul Milan: risparmiati 26 milioni con i contratti scaduti

Il portale web di economia e finanza sportiva evidenzia il grande risparmio del Milan nei mancati rinnovi di Montolivo, Abate, Bertolacci e Jose Mauri

L’analisi comparsa oggi sulle pagine web del sito specializzato Calcio e Finanza da riflettere. Un articolo che rende bene l’idea del perché Ivan Gazidis abbia negato la volontà di proseguire l’avventura con Abate, Bertolacci, Jose Mauri, Montolivo e Zapata. Non si trattava solamente di questioni tecniche, ma anche di cifre contrattuali non sostenibili dalla società in questo preciso momento storico.

Il Milan respira con i contratti non rinnovati

Un risparmio da quasi 30 milioni di euro. È questo l’impatto che l’addio di cinque giocatori in scadenza di contratto potrà avere sui conti del Milan. Nel dettaglio – afferma Calcio e Finanza – al 30 giugno 2019 sono scaduti i contratti di Riccardo Montolivo, Andrea Bertolacci, Ignazio Abate, Cristian Zapata e José Mauri. Cinque giocatori che nell’ultima stagione hanno messo insieme 3832′ giocati (il più utilizzato del Milan in stagione è stato Kessie con 3625′), di cui 3375′ riferiti ai soli Abate e Zapata“.

L’ex capitano Montolivo non scende in campo da oltre un anno, visto che la sua ultima presenza con la maglia rossonera è datata 13 maggio 2018. Complessivamente, il risparmio dalla scadenza di questi accordi è di circa 26 milioni di euro, tra gli ammortamenti che non saranno più presenti nel prossimo esercizio e gli ingaggi lordi“.

Riccardo Montolivo
Fonte foto: https://www.facebook.com/riccardomontolivoofficial/

Milan: Bertolacci tra i contratti più onerosi

Il risparmio maggiore deriverà dalla scadenza del contratto di Bertolacci. Acquistato per 20 milioni dalla Roma nell’estate 2014, il centrocampista aveva un impatto di 5,2 milioni di euro in ammortamenti, oltre all’ingaggio da circa 3,7 milioni di euro lordi“.

A seguire troviamo Montolivo con un risparmio di 4,6 milioni derivanti in maggior parte dall’ingaggio, così come per Abate (4,5 milioni). Per quanto riguarda Zapata (4,2 milioni) e Josè Mauri (3,5 milioni) l’impatto positivo è relativo anche ad una quota di ammortamenti annua pari a circa un milione di euro ciascuno“.

ultimo aggiornamento: 01-07-2019

X