Calciomercato Milan, le possibili plusvalenze da Donnarumma e Suso. Kalinic e André Silva non sono affari convenienti per i rossoneri.

Calciomercato Milan, le cessioni diventano la priorità? Dopo l’ufficializzazione dell’esclusione dalle competizioni europee per un anno, il Milan deve fare i conti con il proprio futuro e soprattutto con il mercato. Mentre le dirette avversarie infatti continuano a rinforzarsi, i rossoneri faticano e arrancano. Mirabelli non sa ancora quanti soldi avrà a disposizione e i giocatori non sanno ancora se potranno disputare la prossima edizione dell’Europa League.

Calciomercato Milan, le cessioni per finanziare gli acquisti

La buona notizia è che da Nyon non è arrivata nessuna sanzione economica, quindi le operazioni pianificate alla vigilia dell’estate sono compromesse solo in piccola parte. Va detto però che, stando a quanto emerso nelle ultime ore, il presidente Yonghong Li non sembra intenzionato a investire sul mercato e quindi gli acquisti, quelli di spessore, dovranno essere finanziati dalle cessioni e dalle possibili plusvalenze.

Fassone, Mirabelli, Li
Fonte foto: https://www.facebook.com/Pianeta-Calcio-292039820902613/

Mercato Milan, torna di moda la cessione di Donnarumma

Nonostante da Casa Milan abbiano ufficiosamente fatto sapere che non ci sarà alcuna fuga dei bigipotesi invece sostenuta con fermezza da molti organi di stampa, l’impressione è che le ultime vicissitudini abbiamo spinto Fassone, Mirabelli e Gattuso a rivedere il proprio piano per quanto riguarda le cessioni. Un sacrificio illustre potrebbe infatti sbloccare il mercato in tempi brevi consentendo così al ds rossonero di muoversi concretamente per provare a colmare le storiche lacune della squadra: un attaccante centrale e un centrocampista.

Il primo nome sulla lista dei sacrificabili è quello di Gianluigi Donnarumma. Mino Raiola continua a spingere per la cessione del suo assistito e la presenza di emissari del Psg a Milano nei giorni scorsi hanno rilanciato le voci di mercato. Il costo del cartellino del giocatore si aggira intorno ai sessanta milioni di euro, anche i parigini, pronti a mettere le mani anche su Buffon, sono a caccia di uno sconto facendo leva sulla volontà del portiere che non sembra intenzionato a fare un passo indietro vivendo una stagione ai margini del calcio europeo.

Tante pretendenti per Suso, il Milan valuta

Tante anche le pretendenti italiane e straniere per Suso, l’ex Liverpool rinato con la maglia dei rossoneri sulle spalle. L’ottimo rendimento non gli ha comunque permesso di partire con la sua Spagna per i Mondiali di Russia, motivo per il quale lo spagnolo sarebbe intenzionato a cercare una vetrina più prestigiosa di quella rossonera.

Acquistato per meno di un milione dai Reds, lo spagnolo può essere rivenduto all’estero per trentotto milioni di euro, ossia il valore stabilito dalla clausola rescissoria inserita nel contratto di Suso.

Suso
Fonte foto: https://www.facebook.com/SusoPage/

Mercato Milan, gli attaccanti non portano soldi

Difficile invece a questo punto fare plusvalenze con gli attaccanti. Nikola Kalinic ha sugellato una stagione disastrosa facendosi cacciare dalla Croazia a Mondiale iniziato, mentre André Silva sta raccogliendo solo manciate di minuti senza riuscire a mettersi in mostra.

 

Fonte foto: https://www.facebook.com/Pianeta-Calcio-292039820902613/

TAG:
milan

ultimo aggiornamento: 28-06-2018


Milan, ecco Halilovic: il “nuovo Messi” da provare a rilanciare

Mercato Milan: allarme dopo la sentenza, ecco i sacrificabili