Calciomercato, il Milan su Simakan e Koné per puntellare la difesa e il centrocampo.

Il Milan vuole approfittare della sessione invernale del calciomercato per puntellare la rosa e segue con interesse Simakan e Koné, due profili che potrebbero allungare la rosa a disposizione di Stefano Pioli. La partita contro la Juventus ha fotografo questo campionato: i rossoneri non hanno giocato male ma alla fine ha avuto la meglio la squadra con la panchina più lunga e competitiva. Le sostituzioni hanno rotto gli equilibri consolidando il fantastico lavoro di Chiesa, in serata di grazia.

Calciomercato, Milan su Simakan e Koné

Gli obiettivi del Milan sono Simakan e Kouadio Koné, un difensore centrale e un centrocampista, due profili che potrebbero allungare la panchina del Milan regalando a Stefano Pioli una rosa in grado di rimanere ai vertici della classifica. Al momento si tratta ma c’è distanza sul piano economico. Una distanza non proibitiva. I rossoneri infatti confidano di chiudere entrambe le operazioni entro la fine del mercato invernale. Fiducia alimentata dal fatto che il Milan ha già trovato l’accordo di massima con entrambi i calciatori.

Gazidis Massara Maldini
Gazidis Massara Maldini

Le altre operazioni: Cutrone lascia la Fiorentina, Inter su Eder

Per quanto riguarda le altre operazioni delle squadre di Serie A, Cutrone lascia la Fiorentina e torna ai Wolves. I due club si sono accordati per la risoluzione anticipata del prestito anche alla luce del fatto che il giovane ex attaccante ex Milan abbia trovato poco spazio dall’inizio della stagione.

Capitolo Inter. I nerazzurri continuano a seguire la pista Eder per puntellare il reparto offensivo con una soluzione a basso costo ma che conosce bene la Serie A e il mondo Inter.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
calcio calcio news Calciomercato milan sport

ultimo aggiornamento: 07-01-2021


Serie A, la Juve vince a Milano. Inter k.o. contro la Samp, vincono Roma e Lazio. Lo Spezia ‘corsaro’ a Napoli

Parma, esonerato Fabio Liverani. Al suo posto Roberto D’Aversa