Come si calcola il ravvedimento operoso, elementi da tenere in considerazione

Scopo del Ravvedimento Operoso: Perché nasce e cosa riguarda

Il ravvedimento operoso nasce per consentire ad un soggetto contribuente di avere uno strumento teso ad appianare un contenzioso di tipo tributario e per tale ragione questa misura comprende diverse tipologie di tasse e contributi che possono essere versati con differenti modalità di pagamento attraverso il Modello F24 che il contribuente può richiedere in qualunque ufficio postale.
I tributi che possono essere pagati attraverso lo strumento del Ravvedimento Operoso sono molti come precedentemente accennato, e a seguire verranno esposti attraverso un elenco:

  • imposte di acconto o di saldo basandosi sulla dichiarazione dei redditi, quindi: IRPEF, IRES, IRAP, e altri….
  • ritenute alla fonte relative al sostituto di imposta
  • imposta sul valore aggiunto (IVA)
  • imposta di registro
  • imposta ipotecaria
  • imposta catastale

Calcolo Ravvedimento operoso: Tabella delle voci Principali

Momento del Ravvedimento (indica il periodo nel quale il ravvedimento viene pagato)

  • Primi 14 giorni
  • Dal 15° al 30° giorno
  • Dal 31° al 90° giorno
  • Dal 91° giorno al termine di presentazione della dichiarazione
  • Entro il termine di presentazione della dichiarazione successiva
  • Oltre il termine di presentazione della dichiarazione successiva

Sanzione Edittale:

  • Fino al 90° giorno: 15%
  • Dal 91° giorno e oltre il termine di presentazione della dichiarazione successiva: 30%

Riduzione da Ravvedimento:

  • Primi 14 giorni: 1 Decimo
  • Dal 15° al 30° giorno: 1 Decimo
  • Dal 31° al 90° giorno: 1 Nono
  • Dal 91° giorno al termine di presentazione della dichiarazione: 1 Ottavo
  • Entro il termine di presentazione della dichiarazione successiva: 1 Settimo
  • Oltre il termine di presentazione della dichiarazione successiva: 1 Sesto

Sanzione ridotta da Ravvedimento:

  • Primi 14 giorni: 0,1% per ogni giorno di ritardo
  • Dal 15° al 30° giorno: 1,5%
  • Dal 31° al 90° giorno: 1,67%
  • Dal 91° giorno al termine di presentazione della dichiarazione: 3,75%
  • Entro il termine di presentazione della dichiarazione successiva: 4,29%
  • Oltre il termine di presentazione della dichiarazione successiva: 5%

Tenendo conto di questi elementi e basandosi sull’anno della tassa potete calcolare il ravvedimento operoso.

certificato_unicasim


Diritto di sequela nel pegno: Come funziona e cosa dice la legge

Beni relativamente impignorabili: ecco quali sono…