Veneto, cinquanta arresti per camorra

Maxi operazione delle Forze dell’Ordine, cinquanta arresti tra Veneto e Campania contro la Camorra infiltrata.

Nuovo colpo delle forze dell’ordine alla Camorra. Dopo gli arresti avvenuti a Napoli, con i quali i Carabinieri hanno dato un duro colpo alla criminalità organizzata attiva nel Rione Sanità di Napoli, la Guardia di Finanza e la Polizia hanno eseguito cinquanta arresti in Veneto per infiltrazioni camorristiche.

Camorra, maxi operazione delle Forze dell’Ordine in Veneto e Campania: cinquanta arresti

Gli arresti e i mandati restrittivi (alcuni sono stati raggiunti semplicemente dall’obbligo di dimora) non sono stati eseguiti solo in Veneto ma anche in territorio campano, cuore pulsante della criminalità organizzata. I militari dell’Arma sono infatti intervenuti anche a Casal di Principe (Caserta) e in altre località in provincia di Napoli e Caserta.

Nel corso delle operazioni gli inquirenti hanno sequestrato beni per un valore complessivo di circa 10 milioni di euro.

Tra gli arrestati ci sarebbe, stando alle indiscrezioni della stampa locale, anche il sindaco di Eraclea Mirco Mestre.

Le indagini e le operazioni sono state coordinate dai comandi di Trieste e Venezia.

Carabinieri NAS
Fonte foto: https://www.facebook.com/carabinieri.it/

Le accuse sono di associazione a delinquere e altri reati (anche grave) su cui pesa l’aggravante mafiosa

Le persone raggiunte dai provvedimenti dovranno rispondere a vario titolo delle accuse di associazione a delinquere di stampo mafioso e altri reati su cui pesa l’aggravante del metodo e della caratterizzazione mafiosa.

Il ringraziamento di Zaia

Le operazioni sono state accolte dall’entusiasmo del governatore Luca Zaia che ha voluto ringraziare le Forze dell’Ordine per il lavoro svolto, in attesa ovviamente della conclusione effettiva delle indagini e dell’iter giudiziario.

ultimo aggiornamento: 19-02-2019

X