Campania, fermata baby gang pronta a entrare in azione. Bloccati diciannove minorenni trovati in possesso di armi. Sequestrate due pistole semiautomatiche.

Diciannove ragazzi, tutti di età inferiore ai diciotto anni, si era incontrato alla stazione della Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano ma non per trascorrere una spensierata serata in compagnia, bensì per compiere atti vandalici nel comune di Sant’Anastasia.

Tempestivo l’intervento della Polizia e della Polizia Municipale che sono riusciti a intercettare il gruppo di baby vandali prima che potesse dare sfogo alla propria follia criminale. Provvidenziale l’allarme lanciato da alcuni passanti che, visto il gruppo, ha allertato subito la Polizia. Intervenute sul posto, due pattuglie hanno bloccato i diciannove ragazzi, tutti di età compresa tra i 14 e i 16 anni, e li hanno portati in Centrale.

Polizia
Polizia (fonte foto https://www.facebook.com/LaVocediReggio/)

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

Baby gang: sequestrate due pistole semiautomatiche

Alcuni minorenni sono stati trovati in possesso di  coltelli a serramanico, tirapugni, manganelli, una spranga, una mazza da baseball e una fiocina modificata a cinque punte. Un vero e proprio arsenale per seminare terrore tra i cittadini. In seguito alle perquisizioni domiciliari compiute, gli agenti hanno trovato due pistole semiautomatiche, tre coltelli e uno sfollagente

Dagli interrogatori è emerso che il gruppo si organizzava tramite whatsapp: li decidevano il luogo dell’appuntamento, le armi da portare e il luogo dove avrebbero compiuto la loro spedizione armata. Gli inquirenti hanno appreso che l’intento del gruppo era compiere un raid criminale contro una banda di giovani, residenti a Sant’Anastasia.

Nel video una testimonianza che parla dell’emergenza baby gang a Napoli e dintorni:

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 23-03-2018


Giornata Mondiale dell’Acqua, 3,6 miliardi di persone vivono in carenza idrica

Migrante respinta al confine francese partorisce e poi muore