Un camper è esploso a Rozzano, provocando la morte di una donna di 77 anni. Suo marito è stato trasportato in ospedale in codice rosso.

Il fatto è accaduto a Rozzano, in provincia di Milano. Un camper è esploso in via Giovanni Boccaccio, mentre a bordo si trovavano due persone. Vena Petruzzella, che si trovava a bordo del mezzo al momento dell’esplosione, è deceduta. Aveva 77 anni: per la donna non c’è stato niente da fare.

Invece, suo marito di 81 anni, originario di Ravenna, città di residenza della coppia, ora è ricoverato al Policlinico di Milano ed è in condizioni gravissime. L’esplosione ha distrutto il mezzo. Il fatto è accaduto nella giornata di ieri, 19 giugno, verso le 15:15.

SH_ambulanza

Secondo le prime ricostruzioni effettuate dalla questura di Milano, l’incidente si è verificato a causa di un malfunzionamento delle bombole del gas. Più nello specifico, a distruggere il mezzo sono state ben due esplosioni.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La dinamica delle due esplosioni

La prima mentre l’81enne stava cucinando il pranzo e la compagna dormiva su uno dei letti del camper. La seconda esplosione si è verificata subito dopo, proprio nel momento in cui una pattuglia della questura di passaggio ha assistito alla scena e si è recata per fornire i primi soccorsi all’uomo di 81 anni.

In seguito alle due esplosioni, l’anziano 81enne è stato trasportato in codice rosso al pronto soccorso del Policlinico, dopo essere stato stabilizzato dagli operatori sanitari del 118 che gli hanno fornito le prime cure.

L’uomo ha riportato ustioni di terzo grado sul 75% del corpo. Per quanto riguarda la compagna dell’uomo, i tentativi di salvarle la vita sono stati inutili. Gli operatori sanitari hanno trovato la donna priva di vita all’interno del camper. Nelle esplosioni, anche un uomo di 31 anni ha riportato delle ferite lievi, ma ha rifiutato di essere trasportato in ospedale.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 20-06-2022


Elena Del Pozzo, trovato sangue sui vestiti della mamma e in bagno

Cloe Bianco, la professoressa uccisa da una società transfobica