Negli USA esistono i campi estivi per YouTuber in erba. E costano 1000 dollari a settimana

Diventare YouTuber sembra essere diventata una delle aspirazioni dei più piccoli, insieme all’astronauta. Ed esistono i campi scuola per farlo.

Che YouTube sia particolarmente usato anche dai più piccoli non è una novità. E che molti anche fra i giovanissimi aspirino ad apparire in video nella popolare piattaforma, nemmeno. Quello che però molti non sanno è che negli Stati Uniti esistono campi scuola estivi che promettono di trasformare bambini e ragazzi negli YouTuber di domani.

Quanto costa il campo scuola per YouTuber?

Secondo quanto riporta Business Insider, i costi possono arrivare a mille dollari alla settimana. Possono sembrarci molti, ma secondo quanto possiamo leggere presso altre fonti che hanno riportato la notizia, non sarebbe molto di più di un qualsiasi altro campo estivo privato, secondo i prezzi degli Stati Uniti.

Campi scuola per YouTuber digitalmediaacademy

Insomma, i genitori dei bambini e ragazzi americani possono cercare di trasformare i loro figli in YouTuber di successo con un piccolo investimento.

Come funzionano i campi estivi per YouTuber?

Di base, come qualsiasi altro campo scuola o campo estivo, con la sola differenza che tutte le attività ruotano intorno a YouTube. Nel sito di una delle prime aziende a proporre questo modello si parla di fotoritocco, software, streaming, come girare video, strumenti di editing video e così via.

Insomma un piano studi di tutto rispetto. Quello che solleva alcune perplessità è l’età minima dei partecipanti. I ragazzi infatti possono essere iscritti già a partire dai 9 anni, ben sotto l’età minima richiesta da YouTube per poter essere iscritti.

Campi scuola per YouTuber levelupkids

Ma a quanto pare il problema non si pone: i ragazzi infatti possono postare solo sull’account dei genitori, che così mantengono il controllo e la supervisione su tutto quello che le piccole star di YouTube di domani fanno e pubblicano.

In altri casi i campus, sempre per non violare i regolamenti, si limitano a insegnare ai piccoli YouTuber le tecniche e i fondamenti, in attesa che abbiano l’età giusta per poter postare in autonomia.

Campi scuola per giovani YouTuber, qualche polemica sul Web

L’idea di per sé potrebbe essere interessante e simpatica. Quello che lascia un po’ perplessi alcuni dei commentatori della notizia è il motivo per cui i genitori possono decidere di mandare i ragazzi. Alcuni infatti sospettano che i genitori possano forzare i piccoli per allevare una nuova generazione di bambini prodigio.

Negli USA infatti, ma non solo, esistono già numerosi casi in cui i piccoli vengono per così dire indirizzati verso questo tipo di attività e considerati dai genitori una specie di investimento. Quello che molti temono è che il fenomeno possa diventare di massa, e che perda lo scopo principale, cioè quello di far divertire i ragazzi e insegnare loro qualcosa di interessante.

Fonte foto copertina: pixabay.com/photos/photography-boy-camera-photo-644268/

serverplan banner

ultimo aggiornamento: 26-05-2019

X