Primarie PD, Maurizio Martina si iscrive alla corsa come segretario: “L’io ci ha fatto male, dobbiamo tornare al noi”.

ROMA – Maurizio Martina ha deciso di iscriversi alla corsa per la segreteria del PD. Dopo diversi dubbi, l’ex reggente del partito ha sciolto tutte le riserve e l’annuncio è arrivato oggi , giovedì 22 novembre, presso la sede di San Lorenzo.

La sua candidatura è stata appoggiata da diversi esponenti tra cui Graziano Del Rio, capogruppo dem alla Camera, che cercherà nei prossimi giorni di sponsorizzare Martina. La corsa al posto da segretario sembra a tre ma l’inserimento dell’ex numero uno del PD potrebbe cambiare la carte in tavola con Nicola Zingaretti e Marco Minniti che potrebbero perdere diversi voti.

Maurizio Martina
Maurizio Martina (fonte foto https://twitter.com/searlait_)

Primarie PD, Martina sfida Zingaretti e Minniti

C’era tanta attesa per sapere la decisione di Maurizio Martina. L’ex segretario ha definito il suo programma – che potrebbe essere presentato già domani – ed ha sciolto tutte le riserve. Proverà ad essere confermato per continuare un percorso iniziato dopo le dimissioni di Matteo Renzi.

Una corsa non semplice da vincere visto che tra i tanti candidati presenti ci sono anche Nicola Zingaretti e Marco Minniti. Se il governatore del Lazio sembra l’unico ad avere le idee chiare sul futuro, l’ex ministro dell’Interno è al lavoro per cercare di ottenere i voti necessari per vincere. In queste ultime ore è stato trovato l’accordo con Luca Lotti mentre proseguono le trattative con i seguaci di Renzi.

In un’intervista a Repubblica Marco Minniti ha assicurato di non essere l’alternativa all’ex premier ma i rapporti tra i due ai tempi del Governo erano sicuramente ottimi. I contatti con l’ala del senatore continuano e nelle prossime settimane ci potrebbero essere delle novità, in attesa di sapere la data delle primarie.

Primarie PD, la sfida di Martina: “Bisogna ritornare al noi”

Maurizio Martina annuncia così la sua decisione di correre per la segreteria del PD: “Ci candidiamo – riporta Repubblica – con l’idea di portare al PD una squadra di uomini e donne che pensi al futuro dell’Italia. La nostra sarà una candidatura di squadra perché in passato l’io ci ha fatto male“.

fonte foto copertina http://www.quirinale.it/elementi/Elenchi.aspx?tipo=Foto


Servizi Segreti, il Governo cambia i vertici: ecco chi sono i nuovi capi dell’intelligence

Ddl Anticorruzione approvato alla Camera, il testo passa al Senato