Il M5s ha dato il via alle candidature online per le prossime elezioni Europee. Introdotto il sistema di merito.

ROMA – Il primo passo per le prossime elezioni Europee da parte del M5s è stato fatto. Il partito ha aperto sulla piattaforma Rosseau le candidature per entrare nelle liste che il 26 maggio 2019 saranno in corsa per un posto a Bruxelles. Rispetto agli altri anni si è deciso di introdurre anche il sistema di merito per permettere agli elettori di selezionare i candidati tenendo conto di tanti fattori.

L’ultima parola, come sempre, spetterà a Luigi Di Maio che potrà bloccare sia le candidature che scegliere i capilista. E’ possibile presentare il proprio curriculum entro lunedì 25 febbraio 2019.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Elezioni Europee, il M5s dà il via alle candidature online: il comunicato

Il via alle candidature online è stato dato con un comunicato pubblicato sul blog del MoVimento: “Il 26 maggio prossimo – si legge nel testo riportato da Sky TG24si voterà per il rinnovo del Parlamento Europeo. Un momento importante in cui saremo chiamati a scegliere i nostri portavoce nelle istituzioni di Bruxelles e di Strasburgo. Anche per questa occasione il MoVimento 5 Stelle ha scelto un processo di selezione dei propri candidati improntato sui principi della democrazia diretta“.

Nella nota si precisa che “l’appuntamento europeo è di primaria importanza per il futuro del nostro Paese e dell’Europa stessa. La politica dell’austerity ha fallito, generando un dissenso diffuso in ogni Paese dell’Unione. Proprio per questo abbiamo bisogno di candidati competenti, capaci di interpretare al meglio i valori del MoVimento 5 Stelle in sede europea. Portavoce che saranno chiamati al difficile compito di cambiarla, questa Europa. Perché se nel 2014 ci accingevamo ad entrare in una realtà nuova, ora dobbiamo diventare protagonisti“.

C’è tempo fino a lunedì 25 febbraio 2019 per presentare le proprie candidature. Poi saranno gli iscritti a decidere chi sarà inserito in lista.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non


Ora la Tav preoccupa anche l’Europa: l’Italia faccia chiarezza sull’analisi

Autonomia delle Regioni, accordo chiuso tra MEF e Veneto