L’ex commissario tecnico della nazionale italiana, Fabio Capello, ha parlato dell’elezione di Damiano Tommasi a Verona.

Fabio Capello e Damiano Tommasi. Due nomi legati a doppio filo dal mondo del calcio e dal romanismo. Il primo ha allenato la Roma portandola allo scudetto. Il secondo è stato il polmone del centrocampo romanista dal 1996 al 2006. Per Capello, Tommasi era il giocatore più importante della squadra, nell’anno dello scudetto. Queste le parole di Beppe di Corrado. Ma il rapporto tra i due non è solamente legato al campo: questo l’attestato di stima di Fabio Capello nei confronti del suo centrocampista, eletto sindaco di Verona alle elezioni comunali 2022.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le dichiarazioni di Capello

Se Damiano Tommasi dovesse fare bene come sindaco di Verona potrebbe proporsi anche in Italia. Senza imparentarsi con questo o quell’altro. Sono molto contento del suo successo e gli auguro tutto il meglio. Perché lo merita. Lui pensa veramente alla gente, un altruista come è stato in campo e adesso lo sarà come sindaco, quindi un grande in bocca al lupo. Secondo me – conclude Capello – la gente ha scelto l’uomo, non il partito”.

Damiano Tommasi
Damiano Tommasi

Le parole di Candela

Anche Vincent Candela, esterno francese, compagno di squadra di Tommasi per molto tempo alla Roma, ha espresso il suo supporto per Tommasi. Fare i complimenti a Damiano? Ci mancherebbe, certo che glieli faccio: lui è il futuro. Al di là del partito è importante l’uomo e io lo conosco, farà sicuramente bene. Ha conquistato i cuori dei veronesi perché ha i valori giusti, non è un caso quando si conquista un popolo. Ora vedremo cosa riuscirà a realizzare ma sono sicuro che farà benissimo”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 27-06-2022


Azzolina, M5S: “Tra Conte e Grillo scontri continui”

I temi caldi del Summit Nato: Zelensky chiede più armi