La notizia arriva dalla Nadef, pubblicata dal Mef: per contenere il caro benzina, il governo Meloni proroga il taglio delle accise.

Nel tentativo di contrastare il caro benzina che provoca un costante aumento del prezzo dei carburanti, il governo Meloni sta preparando un nuovo decreto Aiuti “in corso di perfezionamento (c.d.’Aiutiquater’)”. Secondo quanto stabilito nel primo decreto Aiuti di Giorgia Meloni, saranno riproposti i crediti di imposta a favore delle imprese. Inoltre il taglio delle accise sui carburanti sarà in vigore fino al 31 dicembre.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La nota pubblicata dal Mef

La notizia arriva dalla Nadef, in una nota pubblicata dal Mef. La Nadef annuncia: “Il Governo ha deciso di confermare l’obiettivo di deficit per il 2022 del DEF e di utilizzare il risultante spazio di bilancio, quantificabile in poco più di nove miliardi, in larga parte a copertura di nuove misure di mitigazione del costo dell’energia”.

Secondo quanto stabilito dal governo Meloni, sarà predisposta la copertura degli effetti finanziari degli acquisti di gas naturale relativi ai mesi scorsi, effettuati dal Gestore dei servizi energetici, pari a 4 miliardi di euro. Si rimuove quindi la previsione di legge secondo cui il gas acquistato dal Gse venga rivenduto entro la fine del 2022. La Nadef specifica che la misura sarà prevista in “un apposito decreto-legge in corso di perfezionamento (c.d. ‘Aiutiquater’)”. Il provvedimento è stato approvato ieri dal Consiglio dei ministri e pubblicata dal Mef.

pompe di benzina

La misura “consentirà di rivendere in seguito il gas a prezzi meno penalizzanti per la finanza pubblica”. E continua: “Poiché la recente caduta del prezzo nazionale del gas potrebbe essere temporanea, ciò consentirà di rivendere in seguito il gas a prezzi meno penalizzanti per la finanza pubblica anziché cristallizzare immediatamente le relative perdite. I proventi attesi in base ai prezzi a termine del gas saranno percepiti e contabilizzati nel 2023″.

La copertura per gli acquisti di gas effettuati dal Gse

Ma non è finita qui: il nuovo decreto Aiuti, oltre alla proroga degli sconti per i carburanti (per circa 1 miliardo) e dei crediti di imposta alle imprese (circa 4,5 mld secondo le stime del governo Draghi), prevede anche delle coperture fino a 4 miliardi per gli acquisti di gas effettuati dal Gse. Ciò comporta la rimozione della norma secondo cui il gas acquistato dal Gse debba essere rivenduto entro il 2022. Il governo consentirà infatti “di rivendere in seguito il gas a prezzi meno penalizzanti per la finanza pubblica”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 06-11-2022


Caro benzina, oggi prezzi in rialzo 

Bollette, fine del mercato tutelato sull’energia?