Il Milan punta Yannick Carrasco, giocatore offensivo in forza al Dalian Yifang. I rossoneri puntano al prestito con diritto di riscatto: si attende la risposta del club cinese.

L’obbiettivo di mercato del Milan, dopo che Muriel si è accasato alla Fiorentina, è diventato Yannick Ferreira Carrasco. Il belga è attualmente in forza al Dalian Yifang, club della Chinese Super League: lo scorso febbraio, infatti, il talento di Vilvoorde è approdato in Asia dall’Atletico Madrid in cambio di 27 milioni.

Primo contatto

Secondo quanto riportato da tuttomercatoweb, il Milan avrebbe già sondato il Dalian Yifang: il club di via Aldo Rossi ha preso contatti con i cinesi. La trattativa è dunque avviata.

Leonardo Exequiel Palacios Leo Duarte Mercato Milan Emerson Martin Caceres Mercato Milan
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/photos/

La proposta rossonera

La prima offerta del Milan è di un prestito con diritto di riscatto. Non sono note ancore le cifre della proposta. La mossa dei rossoneri sembrerebbe non molto allettante per il club proprietario del cartellino di Carrasco ma il classe ’93, dopo aver perso il posto fisso in Nazionale, deve fare i conti con la difficile situazione che si è creata all’interno dello spogliatoio: il belga è ormai ai margini a causa di problemi disciplinari. Tutto questo potrebbe favorire una partenza di Carrasco già nel mercato invernale.

Sliding doors cinesi?

Il Milan ha una capacità di manovra assai limitata a causa delle sanzioni Uefa. E così diventa importante riuscire a piazzare alcuni colpi in uscita. Tra questi c’è Fabio Borini, molto vicino a trasferirsi allo Shenzhen: il club cinese è vicino a pareggiare la richiesta dei rossoneri, pari a 10 milioni. Soldi che andrebbero a finanziare l’operazione Carrasco, il quale è perfetto sia nel 4-3-3 (come esterno offensivo) sia nel 4-4-2 (come seconda punta).

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cina Dalian Yifang mercato milan Yannick Ferreira Carrasco

ultimo aggiornamento: 02-01-2019


Serie A, le decisioni del Giudice Sportivo: un turno a Suso

Gianni Infantino su Inter-Napoli: inconcepibile morire per una partita di calcio