Clint Eastwood è una delle più luminose stelle di Hollywood. Andiamo a riscoprire la sua lunga carriera cinematografica.

Compleanno importante a Hollywood in questo 31 di maggio: Clint Eastwood spegne 90 candeline. Una vita passata per la gran parte sotto i riflettori della California, con ruoli diversi ma sempre in prima linea: attore, regista, produttore, compositore.

Nato Clinton Eastwood Jr., ‘Clint’ è stato ed è un uomo di spettacolo di grande talento (5 premi Oscar, di cui 2 per la regia e 2 come miglior film), cimentatosi in passato anche in politica, con minor fortuna. Andiamo a ripercorrere insieme le tappe principali della sua lunghissima e ancora vivace carriera.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Clint Eastwood film: dagli ‘spaghetti western’ all’Ispettore Callaghan

Eastwood debuttò sul grande schermo nel 1955, con ruoli non certo da protagonista. Dopo una parentesi televisiva come attore principale della serie ‘Gli uomini della prateria’, fu in Italia che trovò la sua chance più importante per consacrarsi. Sergio Leone lo scelse infatti come interprete della trilogia del dollaro (‘Per un pugno di dollari’, ‘Per qualche dollaro in più’, ‘Il buono, il brutto, il cattivo’), divenendo l’Uomo senza nome, simbolo dei film spaghetti-western. A Leone dovrà molto anche l’Eastwood regista, negli anni a venire.

Tornato in patria, dopo una parentesi ancora corposa di film western, Eastwood spiccò definitivamente il volo quando, nel 1971, divenne l’Ispettore Callaghan. Con questo ruolo di antieroe burbero e duro si impose nell’immaginario collettivo, mantenendo il successo per tutta la saga (cinque film, l’ultimo uscito nel 1988).

Finito più volte nel mirino della critica per le proprie doti recitative, spesso sottovalutate, riuscì a rivalutarsi del tutto grazie ai film ‘Fuga da Alcatraz’ e ‘Gli spietati’ (quest’ultimo premiato con 4 premi Oscar).

Clint Eastwood regista: il successo negli anni Duemila

Ma Clint Eastwood non è stato solo un attore di altissimo livello. Anche dietro la macchina da presa ha infatti regalato alcune perle rimaste incastonate nella lunga storia del cinema hollywoodiano. Il suo debutto alla regia fu nel 1971, con il film ‘Brivido nella notte’. Fu solo però agli inizi del Duemila che firmò i suoi maggiori successi. Basti pensare a pellicole pluripremiate ed entrate di diritto nella memoria collettiva, come ‘Million Dollar Baby’, ‘Mystic River’ e il più recente ‘American Sniper’, senza dimenticare ‘Gran Torino’.

E la sua carriera è lungi dall’esser terminata, come dimostra ‘Ore 15:17 – Attacco al treno’, uscito nelle sale lo scorso febbraio e basato su una storia vera.

La vita privata di Clint Eastwood

Come molti grandi protagonisti di Hollywood anche Clint Eastwood è passato attraverso un buon numero di matrimoni, dai quali ha avuto ben sette figli. Il primo matrimonio risale al 1953 con Maggie Johnson, il secondo è del 1964 con la ballerina Roxanne Tunisi, madre del primo erede. Un ritorno di fiamma con la Johnson porterà alla nascita di altri due figli. Anche il secondo matrimonio non avrò però fortuna.

Nessun matrimonio, invece, con Sondra Locke, con il quale Eastwood rimase fidanzato per quattordici anni, fino al 1990. Durante la fase finale della sua vita con la Locke, l’attore frequentò anche l’assistente di volo Jacelyn Reeves, madre di ulteriori due figli. Il sesto arrivò dalla relazione con l’attrice Frances Fisher, con il quale si accompagnò dal 1990 al 1995. Nel 1996, infine, le nozze con Dina Ruiz, madre della settima figlia. La loro storia è però terminata di recente. Attualmente al suo fianco vi è Christina Sandera.

Cinque curiosità su Clint Eastwood

  • Pur avendo vinto 5 Oscar, Eastwood ha solo sfiorato la statuetta come migliore attore, venendo nominato nel ’93 e nel 2005 con ‘Gli spietati’ e ‘Million Dollar Baby’
  • Sono 17 i suoi doppiatori italiani, tra questi il più longevo è stato Michele Kalamera, scelto dallo stesso Eastwood
  • Ha all’attivo una breve discografia, con cinque singoli e un Lp pubblicati
  • Vanta diverse onoreficenze, tra cui quella di Cavaliere dell’Ordine della Legion d’Onore
  • I Gorillaz gli hanno dedicato due canzoni, di cui una porta intitolata proprio ‘Clint Eastwood’

Nel video alcune scene dei principali film western interpretati da Eastwood:

Fonte foto di copertina: wikimedia.org

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 31-05-2020


Addio a John Peter Sloan, muore a 51 anni il comico e insegnante d’inglese

2 giugno 1882, Giuseppe Garibaldi muore in esilio a Caprera